Cerca nel blog

martedì 23 giugno 2015

Torta di tenerumi

Arriva l'estate e la verdura più fresca e dolce che consumiamo qua a Palermo sono proprio loro: i tinnirumi, o tenerumi, ovvero le famose pezze di cui già vi ho parlato! Sono le foglie della zucchina serpente, quella lunghissima e sottile, che pendendo dagli alberi sembra proprio un rettile verde chiaro alle prese con lo stretching! La ricetta più comune e nota a noi palermitani è la pasta chi tinnirumi, una minestra buonissima e caratteristica proprio perché consumata paradossalmente nella stagione più calda dell'anno. Io però, da quando ho la fortuna di avere l'orticello in giardino, ho imparato ad usare i tenerumi in molti piatti, perché hanno un sapore molto deciso e delicato nel contempo. Si sposano molto bene col pesce e con tutte le verdure. Eccovi un'altra ricettina facile facile e vegetariana!



Ingredienti
Due zucchine genovesi, ½ peperone arrostito, 10 foglie grosse di tenerumi freschi, 1 melanzana nostrana media, 240 g di ricotta, 1 uovo, due cucchiai di fecola di patate, noce moscata, 1 cucchiaio di parmigiano, olio, sale, peperoncino.
Procedimento
Arrostite il peperone e spellatelo, dopo averlo fatto raffreddare dentro un sacchetto di carta o tenuto sotto coperchio. Tagliatelo a striscioline. Tagliate a dadetti le zucchine e la melanzana e friggetele in poco olio evo, assieme. Salatele e riponetele sopra la carta da cucina, per far assorbire l’olio in eccesso. Lessate i tenerumi in acqua salata. Scolateli bene (molto bene!), tritateli finemente e schiacciateli ancora con una forchetta per fargli perdere tutta l’acqua. 

Sbattete l’uovo intero con una frusta (elettrica è meglio), fatelo diventare spumoso, poi unite la fecola di patate e miscelatela per bene, infine la verdura tritata e frullate ancora il tutto. Aggiungete la ricotta di pecora (sempre frullando), salate, pepate e insaporite con noce moscata e parmigiano. 



Ungete una teglia di circa 22 cm di diametro (la forma a stella non è obbligatoria!) con il burro e infarinatela per bene (con farine senza glutine per i celiaci), proprio come fareste per una torta. Poi versateci dentro il composto verde con la ricotta, distribuitelo bene e di seguito incorporate i dadetti di ortaggi fritti, pressando leggermente con le dita per farli inserire nell’impasto.



Infine, disegnateci sopra con i peperoni una stella concentrica, spolverate con pangrattato (senza glutine per i celiaci), un filo d’olio evo e infornate a 180° per 40 minuti circa. 
Prelevate la teglia e lasciate che si raffreddi. La torta di tenerumi, infatti, va mangiata tiepida (anche appena riscaldata) ed è buonissima come antipasto, fa figura in un buffet! Tagliatela a fettine e offritela ai vostri commensali. 
(P.S. Per tirarla fuori dallo stampo staccate prima i bordi, sbattetela leggermente sul piano da lavoro per controllare che anche il fondo sia staccato e usate due piatti per capovolgerla nella corretta posizione) 



LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa