Cerca nel blog

mercoledì 26 luglio 2017

ricetta Polpette di Zucchine e Melanzane al Cumino

Le zucchine mi stanno salvando (o invadendo, a secondo della prospettiva) l'estate! Il mio orto ne ha prodotte e ne produce a dismisura, il frigorifero ne è sempre pieno, ormai da almeno due mesi. Ecco perchè mi devo inventare sempre nuove soluzioni, tanto per divertirmi ai fornelli! Vanno bene in umido, arrostite, sott'olio, a involtini, nei dolci, ad hamburger, a frittelle ... ecco perché non potevano mancare le Polpette di zucchine e melanzane al cumino!!! Sapete che vi dico però? Che sono buonissime!!! Sarà l'aggiunta del cumino, che adoro, ma le devo rifare prestissimo! 


Polpette di Zucchine e Melanzane al Cumino


INGREDIENTI per 4-5 porzioni

2 melanzane nostrane (quelle scure e lunghe)
1 zucchina genovese enorme (equivalente a 2 o 3 medie)
Aromi freschi: Menta, basilico, Erba cipollina (abbondanti)
Aromi secchi o in polvere: cumino in polvere, peperoncino piccante
Frutta secca: Mandorle e pinoli (una bella manciata)
Olio evo
Sale
1 uovo intero
1 cucchiaio raso di farina di ceci
Q.b pangrattato (io senza glutine)

PROCEDIMENTO

Tagliare a cubetti le verdure e metterle sotto sale (poco sale, pochissimo).
Lasciarle a scolare l'acqua di vegetazione per un'ora, poi sciacquarle e bollirle per circa 10 minuti, in acqua leggermente salata.
Scolarle, farle raffreddare, quindi strizzarle con le mani e sminuzzarle bene (io in uno sminuzzatore elettrico, ma con colpetti brevi, per non ridurle in crema).
Preparare un pesto con la frutta secca e gli aromi freschi.
Aggiungere l'uovo intero, il pesto di aromi e frutta secca, gli aromi secchi (cumino e peperoncino, nelle quantità da voi preferite, iniziando sempre con poco), addensare con pangrattato q.b. e farina di ceci, salare e pepare a piacere (assaggiando). 
Formare delle palline, con le mani unte d'olio, poggiarle su carta da forno unta con olio evo, schiacciarle, ungere ancora con olio evo, spolverare con pochissimo pangrattato e cuocere a 250° C ventilato pre riscaldato, sino a gratinatura.




Se restano, anche il giorno dopo sono squisite!
In mezzo al pane, diventano un'ottima merenda, anche per una gita fuori porta!



Se vi è piaciuta questa ricetta seguitemi sulla mia pagina Facebook, mettendo il Mi piace o iscrivendovi riceverete le mie nuove creazioni!

Baci, Bimba Pimba


martedì 25 luglio 2017

ricetta Spaghetti con Bottarga, Ciliegini e Mandorle

Questa degli spaghetti con Bottarga, Ciliegini e Mandorle è una ricetta velocissima e molto gustosa, da servire assieme ad un calice di vino bianco ghiacciato!




INGREDIENTI per 2 porzioni di Spaghetti con Bottarga, Ciliegini e Mandorle

200 g spaghetti (io senza glutine)
40-50 g Bottarga fresca (che non sia troppo salata)
15 pomodorini Ciliegini di Pachino maturi e sodi
1 spicchio d'aglio
prezzemolo fresco abbondante
4-6 foglioline di menta fresca
10 mandorle pelate
20 pinoli
1 peperoncino rosso piccante
pangrattato senza glutine, pochissimo (circa 2 cucchiai, da tostare in padella con un filo d'olio, un pizzico di sale, prezzemolo tritato e peperoncino in polvere)
olio evo q.b.




PROCEDIMENTO

Prepararvi prima tutti gli ingredienti, che poi il sugo si prepara in 5 minuti! Ecco il Set cinecucinatografico!!!




Con tutto pronto, il gioco è semplicissimo e la pasta sarà divina!!! Procediamo!
Rosolare l'aglio in una padella con olio evo abbondante, aggiungere una manciata di prezzemolo tritato, il peperoncino tagliuzzato e metà delle mandorle (precedentemente pestate assieme ai pinoli e alla menta fresca). Amalgamare e poi aggiungere i pomodorini, affettati, saltando il tutto per un minuto o due a fiamma molto alta, per non far cuocere troppo i pomodorini (devono restare integri).
Spegnere e mantenere coperto. 
Scolare gli spaghetti al dente, mantecarli con il sugo, aggiungendo pochissima acqua di pasta, unire metà della bottarga affettata e tritata, scioglierla assieme alla pasta e spegnere mantenendo il tutto cremoso (per non far scaldare troppo la bottarga).
Impiattare, guarnendo con la bottarga affettata rimasta, spolverando con altro prezzemolo, con la metà avanzata del battuto di mandorle, pinoli e menta e con un po' di pangrattato tostato, da servire anche a parte.

Se vi è piaciuta questa ricetta seguitemi sulla mia pagina Facebook, mettendo il Mi piace o iscrivendovi riceverete le mie nuove creazioni!

Baci, Bimba Pimba


lunedì 24 luglio 2017

ricetta Peperoni all'agrodolce

I Peperoni all'agrodolce, in Sicilia, sono una tradizione. Non sono una peperonata, ma un antipasto più semplice e veloce e che si conserva perfettamente in frigorifero qualche giorno, per via dell'aggiunta di zucchero e aceto. La mia è una versione leggermente rielaborata delle ricette trovate nei libri di cucina tradizionale siciliana che possiedo, ma di fatto la base è sempre quella: cottura in tegame dei peperoni con la cipolla, aggiunta di pomodoro e solo in ultimo aceto e zucchero. Capperi, passolini (uva passa) e pinoli, nonché lo zucchero di canna, sono una mia variante che la rende, secondo me, molto più ricca e sfiziosa, facendola somigliare leggermente alla famosa Caponata di melanzane.



INGREDIENTI

10 peperoni medi (io biologici e preferibilmente di più colori)
2 cipolle rosse bio
10 pomodori maturi tipo Sammarzano (io biologici)
Passolini e pinoli abbondanti (una bustina da 100 g)
Capperi salati abbondanti (una cinquantina almeno)
Olio evo q.b.

Per l'agrodolce:

100 g aceto di vino bianco
2 cucchiai zucchero integrale di canna

Aromi:


Basilico e menta abbondanti



PROCEDIMENTO

sabato 22 luglio 2017

ricetta Babà Mignon (senza glutine) con farine naturali e Licoli

Prima prova per fare il Babà con il Licoli senza glutine (ma chi non ama le sfide, vada con il Lievito di birra, trovate la versione QUA, basta usare gli stampi mignon).
Volevo provare a fare il Babà Mignon con il Licoli (senza glutine) per vedere come si mantenevano il giorno dopo, ma adesso sono confusa! Si perchè sono morbidissimi, dopo 24 ore, ma non so se è per il Licoli o perchè questa volta li ho inzuppati subito, ancora caldi, appena tirati fuori dallo stampo... Io credo entrambe le cose, ma procediamo con attenzione! Intanto, le foto!



Ora gli ingredienti, il metodo è lo stesso della versione con Lievito di birra, però per lievitare ci sono volute molte più ore, circa 7. Consiglio quindi di impastare di mattina. 
l'interno del Babà mignon senza glutine, soffice e spugnoso, leggerissimo


INGREDIENTI PER I BABA' CON LICOLI

65 g amido di tapioca o di mais
45 g farina di riso finissima
40 g fecola di patate
1,9 g di Guar + 0,1 g di Xantano (oppure 2 g di Guar)
0,6 g di Psillio
1,5 g sale
10 g zucchero
40 g burro fuso a pomata
12 g miele
2 uova + 1 albume (in tutto 150 g sgusciati)
30 g Licoli senza glutine
30 g Yogurt intero (non liquido) senza zucchero
6 g latte in polvere (in mancanza, aggiungete 5 g di farina di riso finissima)

PROCEDIMENTO

venerdì 21 luglio 2017

ricetta Vasteddine o Moffolette "cunzate" senza glutine

STREET FOOD SICILIANO DOC!
CON VIDEO RICETTA

Il pane del momento! Faccio solo questo, da molto tempo, e con lo stesso impasto faccio diverse cose: Vastedde vuote, panini morbidi, pizza... mi manca di tentare la focaccia ma già so che verrebbe divina!!! Intanto guardiamo le VASTEDDINE: deliziosi panini a palloncino, leggerissimi, gonfi e vuoti dentro, con un'alveolatura cavernosa! Ottimi per farciture di ogni tipo, morbidissimi e rustici, sembrano cotti in forno a legna! Poi a seguire, troverete le varianti per fare i Panini morbidi e la pizza!!! 


Le Vasteddine "cunzate" nella versione mignon sono molto indicate per un buffet simpatico fra amici
"Cunzati" (conditi) con olio extra vergine d'oliva, pomodoro, acciughe, formaggio pecorino (Primosale o altro), origano, sale e pepe diventano la cosa più siciliana che potrete immaginare! Chiudete gli occhi e pensate all'infrangersi dei flutti sulla scogliera dello Zingaro a Castellamare del Golfo (Trapani), quindi salite con l'immaginazione sino all'antico Baglio di Scopello e poi sbirciate dietro le tendine della signora, di cui non ho mai saputo il nome, e la vedrete mentre "cunza" i suoi filoni di pane casareccio ... poi riaprite gli occhi e mangiatevi le vostre Vasteddine o Moffolette "cunzate" , senza glutine, come vi ho indicato!!! Sentirete i profumi e i suoni di questa nostra bellissima isola! 

Questa ricetta delle Vasteddine o Moffolette è ad altissima idratazione, sfiora il 100% di acqua (circa tanta farina tanta acqua, Licoli compreso). Pertanto va lavorata in ciotola, preferibilmente con impastatrice, e nelle fasi in cui necessitano le mani dovrete infarinare bene il piano da lavoro (con farina di riso normale) e spolverare l'impasto quando necessario. Il risultato sarà eccellente, se seguite tutti i miei consigli. Al mio solito mix per pizza ho aggiunto una parte di Nutrifree pane (ovvero Auchan, sono analoghe e io uso quella), che conferisce più spinta verticale in cottura, e una buona dose (il 10%) di farine naturali integrali, per un gusto migliore e più sano, perché più ricco di fibre.



VASTEDDINE o MOFFOLETTE "cunzate"
(per 8 grandi o 16 medie o 32 piccole, più indicate per buffet o aperitivi)

Mix di Farine (in tutto 622g):

120 g mix per pane senza glutine MixB Schaer
120 g mix per pane senza glutine Nutrifree (o Auchan)
240 g mix per pane senza glutine Farmo Fibrepan (o Royaline fibra, o Lidl per pane, o Conad per pane, o Farmo Low Protein, ovviamente glutenfree)
80 g Mix universale senza glutine MixIt Schaer (o Pedon pane senza glutine)
60 g farine integrali naturali miste (quinoa, miglio integrale, riso integrale .. o a vostro piacere, come teff, avena, sorgo, saraceno, ecc...)
2 g farina di semi di guar (addensante, per compensare la presenza di farine naturali)

500 g acqua 
180 g Licoli senza glutine*
20 g olio evo
12 g sale
1 cucchiaino colmo di miele

* Se preferite il Lievito di birra, preparate prima un Lievitino sciogliendo in una ciotola: 1 g di lievito di birra con 100 g di acqua a temperatura ambiente e poi unendo 80 g di farina di riso (ingredienti extra non indicati in ricetta quindi da aggiungere al totale in elenco). Coprite con piattino e panno sopra e lasciate in un ambiente fresco, preferibilmente a 20°C-22°C (anche se in estate a casa mia è impossibile!!!) per 15-18 ore. Quando sarà pieno di bolle sarà pronto. Poi usatelo come se fosse il Licoli e procedete come descritto). I tempi, quando si usa il Lievito di birra, in genere sono più veloci, quindi guardate le foto per capire quando passare da una fase all'altra.

ingredienti per la "cunzata" (per il ripieno)

Pomodoro maturo a fettine
PrimoSale (o altro formaggio pecorino a pasta tenera, poco salato)
Acciughe sott'olio
origano
Olio evo
Sale
pepe




PROCEDIMENTO

guardate prima la VIDEO RICETTA 


giovedì 13 luglio 2017

ricetta Pizzotti rustici ai 5 grani ... con farine Siciliaintavola e Licoli (senza glutine)

Ho realizzato questi Pizzotti per provare un mix di farine a me nuovo, ne avevo un sacchetto intero ancora da aprire e l'altra sera ho deciso: la marca è Siciliaintavola, nella formula per pane e pizza senza glutine. E' un buon mix, contiene solamente fibre naturali, come lo Psillio, e il Guar, come addensante unico, ma poichè è composto da soli amidi e niente farine io ho sentito l'esigenza di tagliarlo con una buona percentuale di farine naturali e anche integrali, così da alleggerire il valore glicemico complessivo e mangiare più fibre. Così facendo ho ottenuto una miscela molto buona sia come sapore che come profumo e senza retrogusti. Vista l'assenza dell'E464 (idrossipropilmetilcellulosa), che di fatto mi consta sia l'ingrediente fondamentale per riuscire ad avere un pane voluminoso e leggero, ho optato per la pizza, che non ha bisogno di crescere in altezza. Ed ho fatto bene, è venuta ottima. Forse avrei dovuto idratarla un po' di più (anche se di fatto i liquidi erano già molti), ma probabilmente gli amidi sono ancora tanti quindi la prossima volta aggiungerò pochissima acqua. 



INGREDIENTI PER 4 PIZZOTTI RUSTICI

517 g (una confezione sana in pratica, ma anche solo 500 g) di mix Farina senza glutine Siciliaintavola (se non l'avete, potreste anche usare un mix come: la Farmo Fibrepan o la Royalfibre della Royaline, poiché sono molto simili, o ancora la Lidl, per pane senza glutine, o la Conad, sempre per pane senza glutine, o ancora la Coop o la Biaglut per pane. Alla fine sono tutti mix non uguali ma a base di soli amidi, quindi analoghi alla mia. Resta che la quantità di acqua potrebbe variare un poco, potete anche aggiungerne, se necessario, circa 20 g)
100 g mix farine naturali senza glutine (io: 30 g riso integrale, 20 g sorgo, 20 g miglio integrale, 20  g quinoa, 10 g lupino; o altre farine naturali a vostra scelta, in tutto sempre 100 g)
2 g xanthano (o farina di semi di Guar, in sostituzione)
200 g latte intero
280 g acqua
150 g Licoli senza glutine 
12 g sale
1 cucchiaino zucchero di canna integrale o miele
3 cucchiai olio evo

PROCEDIMENTO

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa