Cerca nel blog

sabato 31 ottobre 2015

Lasagne con sparacelli (broccoletti) e salsiccia








Ingredienti per 4 porzioni

10 fogli di lasagne (fresche o secche, l’importante è che se siete celiaci, siano senza glutine. Io ho utilizzato Le Veneziane, senza uova)
200 g di salsiccia
800 g di sparacelli
olio evo
sale
parmigiano grattugiato q.b.

venerdì 30 ottobre 2015

Cuori di nocciola ...



Ingredienti per tanti cuoricini (almeno 60, non li ho contati, poi dipende dalla grandezza)

1 dose di pasta brisé senza glutine all’olio evo per dolci (cliccate QUA per la ricetta)
un barattolino di crema di nocciole (io ho usato la Nutella)
1 uovo intero sbattuto per spennellare
1 cucchiaio di latte
granella di nocciole per la copertura

giovedì 29 ottobre 2015

Tournedos di maiale con piselli

Volete realizzare un secondo piatto gustoso, velocissimo ed in economia? Il filettino di maiale, venduto a pochi euro al chilo, fa al caso nostro! 
Con i pisellini per contorno (ma se volete anche due funghi trifolati!) diventa un piatto originale e buooooonissimo! Però dovete seguire le mie semplici istruzioni per la cottura (cuoce pochi minuti ma 'non' rimane al sangue) ed aver fiducia …


Allora, comprate
un filettino intero di circa 600 g per tre persone
una busta di pisellini primavera surgelati da 750 g
un cipollotto scalogno
brodo vegetale granulare senza glutammato q.b.
100 g circa di fettine di pancetta tesa, molto sottili
aromi per carni arrosto, senza sale
spago per cucina 

martedì 27 ottobre 2015

Polpette di zucca e salsiccia!

Se volete far mangiare la zucca ai bambini, questo è un modo infallibile. Basta che amino la salsiccia! Erano così stuzzicanti, queste polpettine, che se le avessi davanti adesso, anche se ho appena finito di pranzare, ne divorerei a decine. Non sono belline esteticamente, ma in compenso sono buonissime.
Quindi, della serie ‘brutti ma buoni’, eccovi la ricetta per queste polpette gustose: ne verrano fuori circa 10 o 12, per due porzioni vanno benissimo...

Ingredienti
150 g di polpa di salsiccia,
1 tuorlo + ½ albume,
polpa di zucca precotta in forno e frullata (circa 150 g, almeno 300 cruda),
pangrattato q.b. (senza glutine),
sale,
peperoncino piccante,
qualche fogliolina di menta spezzettata,
un cucchiaio di cipollotto scalogno tritato,
farina senza glutine per infarinarsi le mani se viene troppo umido l’impasto (io ho utilizzato la Mixit Schaer, ma va bene anche della farina di mais o di riso).

domenica 25 ottobre 2015

Crostatine di cachi all’arancia

L'autunno non è mai stato così arancione, da quando ho invitato in cucina i loti, la zucca, l'arancia... tutti assieme!!! Non so voi, ma quando apro il frigorifero vedo tutto di un colore! sembra un sogno...




Ieri sera ho presentato il loto, o cachi, alle prime arance della stagione, con la zucca ancora a dire il vero non ci ho provato ... lui, il loto, che ormai è arrivato da bel pochettino, ha fatto da padrone di casa e non ha voluto cedere la poltrona in prima fila... Ma io un posticino ben piazzato alle arance gliel'ho trovato... E come al solito il lupo solitario ha ceduto all'evidenza, anche lui è fatto per stare assieme agli altri!




Ingredienti per 24 mini crostatine
1 dose di pasta brisé all’olio per dolci (per la ricetta cliccate QUA)
330 g di polpa di loto ben maturo
170 g di succo di arancia fresco
il succo di due limoni
zucchero q.b. (iniziare con 100 g e poi assaggiare, dipenderà dalla dolcezza della frutta)
mezza bacca di vaniglia (i semini interni)
2 cucchiai di liquore tipo Moscato
35 g di amido di mais
100 g di cioccolato bianco
3 cucchiai di latte intero (o di riso)


Procedimento per le crostatine

budino di cachi e arance

SENZA LATTE, SENZA UOVA, SENZA GLUTINE

Questo perché il loto (o cachi) ... non è un frutto asociale!!!






Ve l'avevo promesso che avrei dato sotto con le combinazioni del loto in cucina, è così carino che vederlo tutto solo soletto mi fa tanta pena! L'altra volta l'ho presentato al limone! Che sprint!
Oggi con l'arancia... mi sa che è la sua preferita! Si sono innamorati!
Date un'occhiata...

sabato 24 ottobre 2015

Pasticcio di zucca e cime di rapa




Certe ricette nascono per caso, spesso dal riutilizzo di avanzi o, come in questo caso, di sovradosaggi degli ingredienti di altre pietanze, che per nessun motivo al mondo si vuol abbandonare nel frigorifero.
L'altra sera ho fatto una 'Petite Lorraine' (se volete dare un'occhiata alla ricetta, cliccate QUA), e siccome è venuta piccolina, mi è rimasta un bel po' di roba. La pasta brisé, che ho messo nel frigorifero perché lei si conserva bene, anzi migliora! E poi sono avanzati anche gli ingredienti per la farcitura. Questi però ho preferito cucinarli subito.
E' nato un full di pasticci vegetariani, così gustosi e delicati che penso si debbano rifare, anche in versione più grande. Ed erano perfetti persino il giorno dopo, riscaldati al forno  una decina di minuti... (Perché non potevamo mangiare tutto quella sera!!!)


Ingredienti per tre porzioni

1 mazzo di cime di rapa
1 spicchio d'aglio
circa 300 g di polpa di zucca rossa 
1/2 cipollotto scalogno piccolino (tritato) 
latte intero q.b. (circa 100 ml)
1 uovo
1 cucchiaio raso di farina senza glutine (io ho usato la Mix It Schaer, voi potete utilizzare quelle che avete in dispensa)
1 cucchiaio raso di amido di mais
sale
peperoncino piccante o pepe nero.

giovedì 22 ottobre 2015

Mousse di loto e limone all’uvetta

SENZA GLUTINE, SENZA LATTE, SENZA UOVA

Io adoro il loto! E' forse il frutto autunnale più buono che ci sia! E' dolcissimo! E' colorato! E' sorridente! E' un piccolo amico che sa riempirti di gioia e conforto quando più ne hai bisogno. Ne basta uno, e la vita ti sorride di nuovo! 
Però non si presta molto bene ad elaborazioni culinarie... ma io sono testarda... 
Era da parecchi giorni che guardavo il loto. L'avevo interrogato e attendevo notizie in merito alle sue potenzialità in cucina! 
Ieri sera, sul più bello, mentre stavo per metter su una parca cena, mi è arrivato un suo sms... a quel punto ho mollato tutto e tutti, sperando in lieti novelle! C'era scritto:
'Cara Bimbapimba, la vuoi finire di assillarmi con le tue domande? Io sono un frutto perfetto così come sono, preciso nell'aspetto e nella forma, come potresti mai migliorarmi? O vuoi far di me la solita marmellata? Troppo facile, e poi la marmellata non è un dessert! 
Piuttosto, invece di star a sforzare il tuo scarso genio creativo, perché non mi mangi, invece di lasciarmi ancora qua, sepolto nel tuo frigorifero accanto a quell'acido d'un limone spremuto? Da due giorni non fa che dire "io sono il migliore, io sto bene con tutto, niente e nessuno può fare a meno di me!" ... Se non mi mangi stasera, giuro che mi ci fiondo dentro e poi vediamo, se sta bene anche con me!' ...
Silenzio tombale... per cinque secondi, non di più... poi la lucina di sempre mi si è accesa! 
Il loto e il limone! Il succo del limone, tanto succo, assieme... e se lo lascio fare? Se lascio che si getti per davvero dentro la ciotola con quel meraviglioso succo dei miei adorati limoni?  
Avrà mai il coraggio di farlo? Forse - ho pensato - sarà meglio che prima gli tolga i vestiti! 
Così ho fatto. Ho preso il loto, l'ho spellato, l'ho messo a nudo e lui, senza colpo ferire, non potendosi più tirare indietro si è tuffato a bomba nel limone. E questi, senza indugio, gli ha detto sghignazzando "hai visto che sto bene anche con te?" 
Il loto è impazzito dalla rabbia, stava affogando a furia di urlargli improperi. Avrà bevuto un bel po' del succo perché all'improvviso, terrorizzato dall' acidità di quel liquido in cui praticamente stava annegando, ha chiamato tutti i soccorsi disponibili in zona. 
Vicini c'erano (in effetti li avevo avvertiti io, immaginandomi la sua reazione): lo zucchero, l'uvetta e la bacca di vaniglia. La curcuma si è unita al gruppo quando ha visto che il loto stava impallidendo un pochettino, e siccome sono dello stesso colore...! Insieme siamo riusciti a calmare gli animi e stabilire un nuovo equilibrio. 
Per creare l'amalgama, però, la comitiva aveva ancora bisogno di un ulteriore contributo: l'amido di mais. Ne è bastato pochissimo, a dire il vero, per scatenare un nuovo caloroso e indissolubile feeling! 
Non vi dico poi quando a tarda sera ci ha raggiunto il simpaticissimo cioccolato bianco! 
Il loto si è commosso! Finalmente in compagnia! Non è proprio vero che sono un asociale!!! 


e questo è solo l'inizio, immagino già crostatine al loto e morbidi pandispagna farciti ... datemi il tempo che lo faccio diventare un playfruit!!!




Mousse di loto e limone con uvetta
Mousse di loto e limone all'uvetta
Ingredienti per 6 mini mousse

200 g di loto sbucciato (circa 3 loti di media dimensione, ma molto maturi, non acerbi)
100 g di succo di limone
10 g di amido di mais
zucchero a velo q.b. (da dosare secondo la dolcezza della frutta e le esigenze del palato)
la punta di un cucchiaino di curcuma in polvere
la punta di un coltello dei semini interni di una bacca di vaniglia
2 cucchiaio di vino liquoroso tipo Moscato di Sicilia
due cucchiai di uvetta sultanina
Scaglie di cioccolato bianco (da omettere se VEGANI o intolleranti al LATTOSIO) e pochi chicchi di uvetta, per la decorazione finale

Tempo di preparazione: 10 minuti




Procedimento

mercoledì 21 ottobre 2015

Clafoutis di ceci con zucca e melanzane

Il Clafoutis non è una frittata! 
... no, questo lo dico a me stessa (e qualcuno sa anche il perché!),  che da brava ignorante mi sono approcciata a questa ricetta col pregiudizio che uova, verdura e formaggio al forno fanno semplicemente ... una frittata al forno... 




Ma non è così! Perché la farina e il latte nelle proporzioni presenti lo fanno somigliare, nel gusto e nella consistenza, ad una gigantesca crêpe! E infatti, leggendo un po' in giro, sembra che l'impasto del Clafoutis sia proprio quello, o comunque molto simile.
Questo dettaglio mi ha acceso una lampadina in testa... ho ripreso la ricetta delle mie crêpes ai ceci, l'ho adattata al caso e questo è stato il risultato. Come mio primo Clafoutis salato (prima o poi farò quello alle ciliegie, l'originalissimo) non posso dir nulla, è proprio buono! Mi sa che continuerò a sperimentarne di nuovi. E poi è facilissimo, considerate che ci ho messo mezz'ora, e dovevo inventarmelo da zero. Si perde più tempo in cottura, ma fa tutto il forno!

il Clafoutis salato ai ceci...  


Ingredienti per 6/8 porzioni
4 uova
120 g di farina (60 di ceci, 60 di riso)
140 g latte intero
parmigiano 3/4 cucchiai + 1 per la copertura
80 g di formaggio Tuma (tritato finemente)
3 cucchiai di olio evo
sale q.b.
pepe q.b.
500 g di polpa di zucca rossa
2 melanzane nostrane piccole
coriandolo, la punta di un cucchiaino
garam masala, idem
noce moscata q.b.
paprika forte q.b.
Tempo di esecuzione: 30 minuti più la cottura

lunedì 19 ottobre 2015

Petite Lorraine speziata con zucca e cime di rapa

Blog che vai, Quiche Lorraine che trovi! E' proprio così perché, anche se quella della Lorraine è una ricetta ben definita, è difficile resistere alla tentazione di provarne sempre nuove versioni, adatte alla stagione e perché no, anche ai gusti personali. 
Sembra che per esser definita tale, però, la Lorraine debba includere gli ingredienti caratteristici di quella originale, e cioè: pasta brisé, uova, pancetta e formaggio. Ed io ce li ho messi tutti!!! Ma la mia è più leggera, perché la brisé è senza burro, al posto della panna ho messo il latte, ha meno uova, meno formaggio e in compenso tanta tanta verdura di stagione delicatamente speziata! 



Ingredienti per 4 porzioni (una teglia di circa 17 cm di diametro)

per la base:
1 dose della mia 'pasta brisé senza glutine all’olio evo per torte salate' (cliccate QUA per la ricetta), e ve ne rimarrà un pochino (potreste fare una Quiche più grande, aumentando le dosi della farcitura, oppure utilizzarla per qualcosa di diverso, come un delizioso pasticcino da liquore... io posso darvi qualche suggerimento!)

per la farcitura:
1 mazzo di cime di rapa
1 spicchio d’aglio
500 g di zucca rossa
1 cipollotto scalogno piccolo
latte intero q.b.
1 cucchiaio colmo di amido di mais
sale
pepe nero o peperoncino
1/2 cucchiaino (da caffè) raso di cumino in polvere
1/2 cucchiaino (da caffè) raso  di curcuma in polvere
1 grattugiata abbondante di noce moscata
1 tuorlo d'uovo + ½ albume
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
10-12 fettine di pancetta tesa grassa.

Procedimento
Cuocete la verdura direttamente in un tegame con lo spicchio d’aglio tagliato in due, olio evo q.b. e sale, aggiungendo solo se necessario un cucchiaio d’acqua calda (io non l’ho fatto, perché salando, la verdura perde la sua acqua ed è sufficiente). Quand’è ben cotta, fate asciugare per bene tutto il liquido di vegetazione. Poi spegnete, togliete l’aglio e frullatela con il minipimer.

mercoledì 14 ottobre 2015

Flan di riso e zucca al nero di seppia








flan di riso e zucca al nero, cottura al forno e non capovolto

Ingredienti per 8 porzioni

per la base di zucca:
800 g di polpa di zucca rossa ben matura, 150 g di ricotta di pecora (o mista), 2 tuorli, 2 albumi a neve, paprika forte, noce moscata, un pizzico di curcuma, sale, 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato, 2 cucchiai rasi di farina di riso, qualche fogliolina di menta fresca.

per il risotto:
200 g di riso, mezza piccola cipolla bionda, brodo vegetale granulare senza glutammato q.b., mezza bustina di zafferano, sale, pepe nero o peperoncino piccante.

per la copertura:
8 cucchiaiate colme di 'sugo al nero di seppia' (per la ricetta cliccate QUA)

domenica 11 ottobre 2015

Dolcetto alle pere

ricetta light & delicious  n°6                           . calorie a porzione 254 .

Autunno… stagione rassicurante! La natura regala frutti caldi, voluttuosi, polposi, per farci dimenticare senza indugio l’allegra leggerezza dei mesi passati. Loti, zucca rossa, pere...



... castagne, fichi d’India (in Sicilia abbondano in ogni angolo delle campagne)… Colori tenui e sfumati, cangianti, come il clima di questi giorni… Voglia di casa, di cantucci caldi e accoglienti, di guardare la pioggia scendere, al sicuro, dietro i vetri della cucina…





Io ieri avevo comprato delle dolcissime piccole pere coscia, provenienti da Catania, e mi è venuta voglia di un dolce leggero e delicato, proprio come loro. Avevo già la ricetta, dovevo solo perfezionare l’aspetto, perché la prima volta che l’ho fatto… mi si era rotto! Adesso vi spiego il perché… voi intanto comprate questi ingredienti (molti li avrete già in casa perché mi assicuro che è un dolce molto semplice! Per gli intolleranti al lattosio: è anche SENZA LATTE):

Torta salata di verdure alla salvia




Ingredienti per una torta di cm 26 di diametro, sei/otto porzioni

per la base:
una dose di Pasta Brisè da 250 di farina (cliccate QUA per la ricetta della Pasta Brisè senza glutine)
per il ripieno:
1 melanzana piccola, 2 zucchine genovesi (io avevo quella serpente, ma con la genovese viene più buona), 1 peperone rosso, 1/2 cipolla bionda, olio evo q.b., sale, peperoncino piccante, salvia venti foglie, 25 g di pinoli, 25 g di mandorle pelate, tre cucchiai di parmigiano grattugiato, noce moscata q.b., latte q.b. (sui 150/200 ml), fecola di patate 1 cucchiaio raso, 1 uovo. Qualche fettina di speck (100 g al massimo) o pancetta tesa (meglio) se non siete vegetariani e la volete più saporita e croccante!

Procedimento
Preparate le verdure, tagliando la melanzana, la zucchina (1) e il peperone a dadetti di cm 2, la cipolla a strisce sottili. Condite con olio evo e sale e poi cuocete al forno, a 200°, per circa 50 minuti

Pasta brisé senza glutine, con burro o con olio extra vergine d'oliva

Pasta brisé senza glutine con burro & con olio extravergine d'oliva

Indispensabile per la Torte salate, sia al burro che all'olio evo! Ma nella versione all'olio costituisce anche una valida alternativa alla Pasta frolla, per quando dovete fare un dolce veloce e non avete il tempo di aspettare! Date un'occhiata a questo piccolo ricettario, dove ci sono un po' delle mie realizzazioni con la Pasta Brisè, sia con burro che con olio, in versione salata e dolce! Cliccate sulla foto sotto per vedere le mie realizzazioni, oppure leggete direttamente la ricetta e dopo guardate le foto!


per preparazioni salate e dolci

3 ricette 

1) Pasta Brisé con burro

E' da un po' che voglio 'sglutinare' la ricetta che mio padre mi aveva passato per fare la Brisé, ai tempi in cui avevamo un Ristorante e la preparavamo spesso, per i buffet.
Con quella ricetta abbiamo preparato centinaia di Torte salate, è veniva fuori meravigliosamente buona, elastica, perfetta… ancora di celiachia in casa non se ne parlava e il glutine era dei nostri, un parente stretto!
Abbandonata la 00 (e il ristorante) mi sono trovata ad aver a che fare con torte sbriciolose e secche, con paste che non reggono la prova matterello, che si screpolano in mano prima e dopo la cottura! Ammetto che i primi anni ci avevo rinunciato, niente più crostate né tanto meno torte salate, ancora più difficili della pasta frolla.
Ma io sono testarda (già detto altre volte) e non solo volevo preparare dei bei buffet, come ai tempi d'oro, ma volevo e voglio sentire lo stesso sapore (almeno molto simile) di quella pasta croccante, dolce e salata allo stesso tempo, che riuscivo a preparare con le mie manine! 
Oggi, dopo tanti anni di, come diciamo noi, 'malavita', ci sono quasi riuscita. La perfezione non è cosa mia, ma tenterò di migliorare sempre più! Intanto con la torta di stasera posso ritenermi più che soddisfatta. Era molto buona di sapore, simile a quella dei miei ricordi, croccante e non troppo secca, dolce e salata, teneva bene alla prova matterello e ha mantenuto la forma dopo la cottura, nonostante i miei timori quando ho visto delle crepe sottili nel bordo (quella rimasta, il giorno dopo stava ancora dritta, non si è mai rotta!). Insomma, che dirvi, va bene così. 
La Brisè di papà è stata Sglutinata! 
Apporrò qualche lieve modifica la prossima volta, tanto per migliorare le prestazioni (al meglio non c'è mai fine). Vi aggiornerò in merito! Intanto questa è già ottima così, potete farla!

Torta alle verdure e salvia (cliccate sopra per la ricetta)


Pasta Brisé con burro

Ingredienti per una torta base da 26 cm i diametro (se volete fare tante decorazioni e un bordo particolare, meglio preparare una dose doppia e conservare gli avanzi. Durano parecchio in frigorifero)

250 g di mix di farine senza glutine per pane di Olga Botta (140g Mix per pane Auchan oppure Nutrifree per pane o anche Mix B per pane Schaer + 60 g Mix per pizza e focaccia Fibrepan Farmo + 50 g di MixIt Schaer) 
2 g di sale
3 g di zucchero
125 burro a pezzetti
2 + 1/2 cucchiai di vino bianco secco ghiacciato (oppure altro albume) ... che sia vino o albume, dovrete regolarvi in base alla consistenza dell'impasto
1 uovo.

Procedimento

Appena tagliato il burro (freddo di frigorifero, non l'ho fatto sciogliere, né riscaldare), l'ho miscelato a mano (o con il gancio a frusta o a K alla minima velocità) dentro la ciotola dell'impastatrice (la ciotola va mantenuta fresca con le buste di ghiaccio sintetico poste ai lati se fa molto caldo!!!) con le farine, lo zucchero e il sale. Li ho ridotti in granuli fini, come in foto.



Poi ho unito l'uovo sbattuto, a filo, con l'impastatrice in movimento (lentissimo), col gancio a braccio, sino...

venerdì 9 ottobre 2015

Straccetti in barchetta di riso e patatine

Certe volte non so che cosa mi succede! Stasera credo di aver confezionato un bel piatto per far divertire i bambini! Guardandolo adesso, in foto, mi sembra uscito da un fumetto! 

straccetti in barchetta

... ma in fondo cucinare mi diverte... sarà per questo che certe volte esagero con le animazioni? Ci mancava che scrivessi pure una storiella delle mie, cosa che mi piacerebbe pure fare, ma ormai sono stanca... tanto il piatto si presenta da sé! 

straccetti in barchetta

straccetti in barchetta



Ingredienti per due barchette
1 patata grossa, olio evo, sale
Ingredienti per gli straccetti
200 g di carne di vitello o petto di pollo, olio evo, 100 g di riso basmati (io non l’avevo!), chicchi di melograno, foglie di salvia e/o prezzemolo fresco per la decorazione finale.
Ingredienti per la salsa speziata alla senape
due cucchiai di pomodoro pelato, 200 g di latte, un cucchiaino di salsa di senape piccante, un cucchiaino di semi di senape nera, mezzo cucchiaino raso di cumino in polvere, mezzo cucchiaino raso di curcuma in polvere, dieci gocce di Tabasco, mezzo cucchiaino di salsa di soia (Tamari, per i celiaci), la punta di un cucchiaino di miele, un cucchiaio di olio evo, sale, peperoncino piccante.

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa