Cerca nel blog

martedì 19 febbraio 2019

ricetta Carpaccio di Baccalà

Il Carpaccio di Baccalà è un piatto alternativo per gustare questo pesce squisito senza cucinare, senza sporcare nulla e deliziando il palato degli intenditori. Perché col Carpaccio di Baccalà il suo sapore forte viene decisamente smorzato dalla cottura lenta nel limone e le spezie lo armonizzano, originando un piatto fresco, delicato, deciso. Servite il Carpaccio di Baccalà come aperitivo o antipasto, su dei crostini di Pancarrè (il mio è il Pancarrè rosa, senza glutine, al riso venere integrale) tostati con un velo di burro, una generosa spolverata di pepe nero grattugiato al momento e la scorzetta grattugiata del limone! 


INGREDIENTI per 5 porzioni

1 filetto di Baccalà dissalato da 500 g
2 limoni  + 1 o 2 biologici (per la scorzetta)
1/2 tazza di olio evo
pepe nero, verde e rosa in grani
peperoncino piccante macinato
erba cipollina

PROCEDIMENTO

sabato 16 febbraio 2019

ricetta Bomboloni o Krapfen senza glutine

PRONTI IN CIRCA 2 ORE E MEZZA

Stiamo ancora piangendo per la gioia, in famiglia, perchè dei Bomboloni o Krapfen senza glutine così buoni non li abbiamo mai mangiati, nemmeno con glutine in effetti! Gonfissimi, sofficissimi, morbidi e vuoti, pieni di crema! Le foto parlano, erano come li vedete, dei cuscini di piume! La ricetta di questi Bomboloni o Krapfen senza glutine è semplice, è la stessa del mio Impasto mille usi, ho cambiato parzialmente le farine e ridotto un poco l'acqua, ma la vera modifica è stata la lavorazione, l'ho semplificata, seguendo il mio istinto e il mio solito metodo, che assieme alla corretta lievitazione si è rivelato vincente. Vi lascio la ricetta dei Bomboloni o Krapfen senza glutine, e spero che già da domani qualcuno di voi mi mandi le sue foto, perchè se riuscite a provare questa emozione, sono certa che piangerete anche voi di gioia!!!!! 








INGREDIENTI (per circa 15-16 Bomboloni senza glutine)

250 g mix senza glutine Revolution
130 g mix senza glutine MixB Schaer 
120 g mix senza glutine Nutrifree pane
20 g fiocchi di patate (quelli per fare il purè, senza glutine)
16 g lievito di birra fresco 
370 g acqua tiepida (30°C)
50 g yogurt intero bianco dolce
2 cucchiaini di miele di acacia
1 cucchiaino di sale (8 g)
3 cucchiai olio semi (30 g)

Per la farcitura, crema pasticcera:

1.320 g latte intero
120 g amido di mais
180 g zucchero
6 tuorli di uovo
2-3 bustine di vanillina
la scorza di 3 limoni biologici

Miscelare amido, zucchero e vanillina, scioglierle con poco latte, per non formare grumi, quindi aggiungere i tuorli, amalgamare bene e unire il restante latte, a filo e girando con una frusta. 
Riporre su fiamma moderata-bassa e portare a bollore girando di continuo con la frusta, continuare a cuocere per qualche minuto sino a quando la crema si rapprende. Aggiungere a fiamma spenta la scorza dei limoni, grattugiata al momento.

Versare la crema su un piatto da portata e coprire con pellicola a contatto, per evitare la formazione di una crosticina in superficie. Fare raffreddare e poi farcire i bomboloni. 

PROCEDIMENTO per i bomboloni

martedì 12 febbraio 2019

ricetta Orata al cartoccio

Il metodo di cottura per preparare l'Orata al cartoccio, che sto per illustrarvi, è indicato per gustare in modo sano e leggero le Orate (ma anche altri pesci come le Spigole, i Pagelli, le Trote, i Saraghi, ecc.), mantenendone tutti gli umori, la morbidezza e le caratteristiche organolettiche. Quello dell'Orata al cartoccio è un metodo semplice (si prepara in pochi minuti) e pratico (non si sporca la cucina!). Il pesce, che sia l'Orata o altro, si può anche cucinare senza aggiungere alcun ingrediente, io in genere metto poco olio evo, un pizzico di sale e pepe e una fettina di limone. Ma, una volta compreso il metodo, potrete sbizzarrirvi con la fantasia ;) 

ORATA AL CARTOCCIO, ricetta e foto illustrative



INGREDIENTI a porzione

1 Orata sui 350-400 g ben pulita e privata delle squame
1 fettina di limone
sale, pepe
olio evo




ATTREZZATURE NECESSARIE:

carta stagnola (ovvero rotolo di carta d'alluminio): 3 fogli di circa cm 40 (più lunghi del pesce) x la larghezza del rotolo di stagnola*

A piacere potete aggiungere: pomodorini, prezzemolo, capperi, pepe nero...

* Se non volete cuocere nell'alluminio, potete foderare internamente l'Orata con carta da forno, ma l'esterno deve essere di alluminio perché sigilla meglio il cartoccio non facendo uscire il vapore

PROCEDIMENTO

lunedì 11 febbraio 2019

ricetta Crostata al Sambuco (senza glutine)


Avete mai sentito parlare del Sambuco? E' una pianta selvatica che cresce spontanea in tutta Europa, ed è antichissima. Talmente diffusa che, forse, molti di voi la conoscono senza saperne il nome. E' alta sino a nove, dieci metri, ma più spesso la si incontra in forma di medi arbusti, con i fusti flessibili e cadenti, come una doccia, lungo le siepi, i sentieri, i fossati, e nei giardini di campagna. E se vi raccontassi che ...
... “in giugno-luglio i grandi corimbi dei suoi fiori bianco-avorio emanano una fragranza aspra ma corroborante. Ad essi succedono, in settembre, fitti grappoli di bacche, nere e lustre quando son mature…. Spesso piantato vicino alle case, il modesto sambuco è così diffuso che nemmeno ce ne accorgiamo. Eppure, ha un passato glorioso. Lo testimoniano i suoi due nomi greci, actea o actè e dendrôdès … nutrimento e dono degli Dei…” (da Jacques Brosse, Storie e leggende degli alberi, Edizioni Studio Tesi 1989, pp 221 ss).
Essenza delle Bacchette magiche dei maghi erboristi druidi e del mitico Flauto Magico delle leggende germaniche, col cui suono persino Mozart pensò di annullare ogni sortilegio, il Sambuco nel folclore dei diversi popoli europei è una pianta altamente simbolica che protegge dai malefici, allontana i serpenti, ha cura delle famiglie e delle loro abitazioni, scaccia gli spiriti maligni e rende fertili le terre e le donne … uno dei motivi per cui lo si piantava sempre, accanto alla porta di casa... è la “farmacia degli dei”, così era uso definirlo nelle lande austriache, per via dei suoi sette doni officinali: frutti, fiori, radici, midollo, legno, germogli e corteccia… e per raccoglierne una parte bisognava inginocchiarsi sette volte al suo cospetto ... sul suo tronco cresce l'Orecchio di Giuda, un fungo prezioso nei paesi orientali, che prende il nome da un'antica leggenda secondo cui ad un Sambuco si sarebbe impiccato il traditore ... e gli stregoni nel XVII secolo temevano come la morte l'essere battuti con un suo ramo ... (da Daniela Sauro, Il sambuco tra leggende e storie, in questo link QUA).
E, nell’isola del sole, la Trinacria di cui sono figlia, il Sambuco non poteva non diventare il principe dell’antica cucina popolare propiziatoria. Inebriante del profumo dei suoi fiori, è la tradizionale "vastedda cu sammucu" di Troina o il pane della Pentecoste, di origine ennese… prossimamente oggetto delle mie sperimentazioni culinarie (trarrò spunto da Pane e Pizza, guida del Touring Club Italiano, Milano 2004, a p. 133, e da chi, tra voi lettori oriundi, vorrà suggerirmi altri importanti segreti sulle due ricette).
Ma veniamo finalmente alla ricetta di oggi, questa benefica CROSTATA AL SAMBUCO, un dolce sano, leggero e porta fortuna! 
Dai fiori e dalle bacche del Sambuco, di sapore asprigno, da sempre viene elaborata una sublime confettura (ne ho trovate diverse marche sul mercato, quella di oggi è della Rigoni di Asiago ma sono certa di averne assaggiate altre e altrettanto buone!). Con questo prezioso nettare non potevo che immaginarmi un dolce semplice, rustico, leggero e soprattutto augurale, che rallegrasse e guarisse prima d'ogni cosa l’anima! Ed aspettando che la Primavera porti luce ed energia nuova, io la evoco con questa semplice Crostata al Sambuco, appositamente preparata con una frolla all’olio vegetale e biologico, con pochissimi amidi e tutta farina naturale arricchita da preziose mandorle e sublimata da questo elisir di lunga vita, che è il Sambuco! Non vi resta che provarla, per fare con me un piccolo viaggio nella leggenda, con un semplice morso! E chissà, che non ci porti veramente tanta fortuna! 
Una nota sulla fotografia ... sarà uno strano segno del destino, ma una giovane donna russa, mia ospite appena giunta da Mosca, giusto ieri mi ha portato in omaggio, gentilissima, una piccola Matrioska... simbolo universale di maternità, fertilità, riproduzione, protezione ... allora è vero, il Sambuco sta avendo i suoi effetti o quantomeno si sta alleando per proteggermi! 


INGREDIENTI per una crostata del diametro di cm 26

1 dose di Pasta frolla all'olio e mandorle con farina naturali (QUA)*
1 confezione di Confettura di Sambuco (fiori e bacche, io Rigoni di Asiago, senza glutine, 330 g)
1 confezione di Composta di mele (o altro Sambuco, da 270 g circa)

* se preferite la classica pasta frolla, c'è sempre la stessa versione con farine naturali ma al burro, che trovate QUA

TEMPO NECESSARIO

20 minuti + 40 di cottura


PROCEDIMENTO

mercoledì 6 febbraio 2019

ricetta Morettine da tè (senza glutine)

Con farine naturali, no Mix! no addensanti! Pronte in 20 minuti!!!!
Ve lo giuro! Sono a dir poco DELIZIOSE!!! Per forma, sapore, profumo e, si, anche per il nome! Morettine da tè! Irresisitibili! Sono come dei mini Muffin, gonfiano tantissimo (in pratica raddoppiano di volume, e senza addensanti) e si sciolgono in bocca! Appena ho letto la ricetta delle Morettine da tè (nell'Enciclopedia della Cucina Italiana, Biblioteca di Repubblica, Volume 13, Piccola Pasticceria), ho capito subito che dovevo provarci! Il nome mi stava simpaticissimo, la forma anche, ma quello che più mi ha attratto era la semplicità apparente della ricetta... ho verificato, ebbene è davvero semplicissima e vi garantisco che da quando decidete di farle a quando le avrete già sfornate passeranno solo 20 MINUTI!!! Le ho sglutinate in fretta, metà farina di riso, metà fecola, et voilà! Restano morbidissime e non sbriciolano, si mangiano calde o fredde, durano anche tre giorni ma non è facile poterlo verificare! Ormai sono diventate un must a casa mia, mi sono rovinata! 





INGREDIENTI per 12 Morettine da tè

150 g farina (metà farina riso e metà fecola di patate)
80 g burro fuso (ma non caldo)
100 g zucchero a velo
2 uova medie
1 cucchiaino colmo di lievito per dolci senza glutine (8 g)

+ 1 cucchiaio raso di cacao amaro (se volete farle tutte al cacao, 2 cucchiai, ma a me piacciono di più quelle bianche!!!)

PROCEDIMENTO

martedì 5 febbraio 2019

ricetta Pizza Canotto alle patate (senza glutine)

La Pizza Canotto alle patate (senza glutine) è deliziosa! Soffice e alveolatissima, alta e morbida, con le patate poi, c'è da impazzire! Si chiama Pizza Canotto alle patate (senza glutine) perchè è leggerissima e piena d'aria, quasi sembra galleggiare! La Pizza Canotto alle patate (senza glutine) è una delle mie tante sperimentazioni, sia come metodo che come miscela. L'obiettivo era e resta quello di ottenere un impasto sofficissimo e tutto buchi, piccoli e grossi; la miscela invece era una sfida, perché essendo la MixB Schaer una di quelle che assorbe più acqua mantenendo la forma, sapevo di poter esagerare con l'idratazione (che è poi una delle cause che provocano l'alveolatura più irregolare). La consistenza della Pizza Canotto alle patate (senza glutine) è estremamente soffice, grazie alla miscela e allo sviluppo di una straordinaria alveolatura interna. 
P.S. L'impasto crudo è molto molle, quindi non si può maneggiare, va gestito prima in ciotola e poi lavorato col tarocco. Non cercate di aggiungere farina per rassodarlo, non si fa! Da ripetere, prossimamente e anche con altre miscele. 


INGREDIENTI PER 6 PERSONE (3 pizze canotto alle patate o una grande teglia)

500 g miscela senza glutine MixB Schaer*
1 g di Xanthano (se non lo avete, riducete l'acqua di 20-30 g, era una prova ma non penso abbia cambiato nulla di sostanziale)
200 g lievito madre rinfrescato**
1 g lievito di birra fresco (in estate o con temperature tiepide non metterlo)***
580 g acqua
2 cucchiaini rasi di miele
1 cucchiaino di sale
3 cucchiai olio evo (+ quello per le pieghe in ciotola)

* Se volete usare Nutrifree o Farmo Fibrepan, diminuite del 10% l'acqua. 

** Chi non ha la pasta madre, può preparare 24 ore prima un biga e farla maturare a 18°-20°C massimo 22°C (se più caldo, ridurre le ore a 15-18 massimo), sciogliendo 1 g di lievito di birra fresco con 100 g di farina di riso e 100 g di acqua. Tutti questi ingredienti sono extra, da aggiungere a quelli elencati sopra. Se state optando per questa versione (con biga), riducete di 20 g l'acqua dell'impasto (quindi 560 g) perché la biga è più idratata del lievito madre.
- Chi usa il Licoli può metterne 150 g e aggiungere 50 g di farina di riso 

*** In ogni caso, il grammo extra di lievito si può sempre evitare e allungare i tempi di lievitazione, stessa cosa con la quantità di pasta madre che però alleggerisce l'impasto, grazie all'apporto significativo di farina di riso.

Per il condimento

Patate al forno (cotte in anticipo, a fette spesse 1/2 cm, con olio evo, sale e aromi per patate)
Olio evo
sale
acqua
1-2 cipollotti lunghi

PROCEDIMENTO

sabato 2 febbraio 2019

ricetta Pancarrè Rosa senza glutine, ideale per tramezzini

Se volete preparare dei tramezzini particolari, provate questo Pancarrè Rosa senza glutine, è così soffice che anche il giorno dopo è squisito persino freddo, si può tagliare e farcire e servire subito, non ha bisogno di tempo per inumidirsi e ammorbidirsi. La ricetta è la stessa del mio Pancarrè senza glutine con Revolution, ho sostituito la Quinoa col Riso Venere integrale e ho aumentato il lievito fresco a 8 g perché col freddo invernale ho avuto qualche difficoltà nella lievitazione (formazione di grossi buchi in corrispondenza della piegatura, motivo per cui ho anche adottato un nuovo metodo per la formazione del filone), ma col caldo lo riporterò a 4 g. Inoltre, invece di aspettare il raddoppio della prima lievitazione, dopo 35 minuti di puntatura (a 25-26°C, diminuire il tempo con temperature maggiori) l'impasto va rovesciato sulla carta da forno unta e allungato a filone, aiutandosi con la carta stessa, e senza fare pieghe (con le pieghe capita che si intrappolino bolle d'aria che causano difetti estetici). Per il resto come da ricetta del mio classico Pancarrè senza glutine con Revolution che trovate QUA!






Pancarrè Rosa senza glutine (stampo con coperchio a cassetto, misure cm 30 x 10 x 10, vedi articolo a fine pagina)

INGREDIENTI

340 (330) g Mix universale senza glutine Revolution* 
33 g farina di Riso Venere integrale
17 g patate liofilizzate in fiocchi (quelle per fare il purè, in pratica, ma ovviamente senza glutine)
280 (260) g acqua (di frigorifero in estate, a temperatura ambiente in inverno)
80 g yogurt intero naturale
22 g olio di semi di girasole (o di riso)
8 g lievito di birra fresco (riducibili a 4 in estate, col caldo intenso)
1+1/2 cucchiaini di miele di acacia
6 g sale

* non cambiate farina, non viene bene, non con queste dosi e procedimento

ATTREZZI NECESSARI
Stampo per Pancarrè a cassetto, dimensioni cm 30x10x10 (vedi link in fondo al post)

TEMPI 
IMPASTO: 15 minuti
PUNTATURA: 35-40 minuti
LIEVITAZIONE: in inverno circa 1 h e 45 minuti, in estate penso meno (a meno di non dimezzare il lievito), vale comunque il raggiungimento del livello indicato appresso.
COTTURA: 45 minuti

PROCEDIMENTO

martedì 29 gennaio 2019

ricetta Pasta fresca all'uovo senza glutine con farine naturali

Pasta fresca all'uovo senza glutine con farine naturali

Esistono in commercio molte nuove miscele per fare la pasta fresca all'uovo senza glutine (anche senza uovo), io ovviamente non le ho provate tutte, anche se nel passato mi sono trovata molto bene. Leggendo le etichette di alcune di esse, però, mi prende un po' lo sconforto, perché contengono ingredienti che a mio avviso sono di troppo per un semplice piatto di pasta (che dovrebbe essere fatto di sola acqua e farina). Ad esempio, il destrosio, l'Idrossipropilmetilcellulosa, zuccheri e sale, tanto per dirne alcuni. Per non parlare della presenza in dosi eccessive di amidi! Ingredienti sacrosanti per produrre un buon pane alto e soffice, sono d'accordo, ma per fare la pasta fresca, credetemi, non ce n'è bisogno. Allora, se ho il tempo preferisco preparami la miscela io, abbondando con le farine semplici e naturalmente senza glutine, riducendo al minimo gli amidi e aggiungendovi il solo legante necessario (altrimenti si spezza, un po' ci vuole), ovvero lo xanthano (da l'elasticità e la consistenza all'impasto). Noi italiani la pasta si sa che la veneriamo, la mangiamo anche ogni giorno, quindi se evitiamo il carico di zuccheri (contenuti anche negli amidi) e di altri componenti poco naturali non possiamo far altro che bene, soprattutto chi ha già una dieta condizionata. 
Con questa ricetta la Pasta fresca all'uovo senza glutine viene elastica, estensibile, non si spezza, tiene la cottura e al dente resta tenace e corposa, il sapore a mio avviso è delizioso, delicato e senza strani retrogusti, per l'assenza del mais e per il ruolo determinate della Quinoa.

Altro pensiero: immagino che si possa migliorare l’estensibilità per fare pasta ripiena piccola tipo tortellini, aumentando gli amidi e diminuendo la farina di riso, oltre che forse con un pizzico di xanthano in più o forse di psillio ... proverò presto... ma per fare la pasta normale come tagliatella lasagna pappardella io preferisco questa ricca di farina rispetto agli amidi, è molto più sana. Lo spessore 2 per me è troppo sottile, mi piace più carnosa, la prossima volta mi fermo a 3 ...


Stesa a macchina, spessore finale 2 (cioè il penultimo, vicino al più sottile), io non sono brava a stendere non ce l’ho nel sangue 😉 ma ce l’ho fatta, tagliatelle molto fini e in cottura non si sono rotte, cuociono meno di 1 minuto. Non so se si possono fare i tortellini, non sono capace a farli, penso che la prossima volta ci provo, può darsi che si deve aggiungere un pizzico di xanthano, ma per tagliatelle va bene cosi

stesa a mano, più spessa e rustica

P.S.
Per una versione di Pasta fresca senza glutine con farine naturali ma senza uova, molto leggera, con solo acqua e poco olio, guardate QUA! E' al saraceno, ma potete anche mettere la Quinoa o altra farina di vostro gusto, al posto del saraceno.





ricetta della Pasta fresca all'uovo senza glutine con farine naturali

INGREDIENTI PER 5-6 PORZIONI

500 g di farina senza glutine (300 g farina di riso finissima + 80 g fecola di patate + 60 g amido di riso + 50 g farina di Quinoa + 5 g xanthano)*
6/7 uova intere (medie)** 
un pizzico di sale

* la farina di Quinoa a mio avviso conferisce un sapore eccellente agli impasti, ma se non vi piace potete sostituirla con altra farina a vostra scelta. Volendo potete anche usare una qualsiasi miscela per pasta fresca già pronta, 500 g in tutto, senza aggiungere l'addensante.

** iniziate con 6 uova, il settimo va aggiunto un poco alla volta sino al raggiungimento della giusta consistenza, morbida ma non troppo appiccicosa (volendo potete usare acqua al posto del settimo uovo). 




PROCEDIMENTO

ricetta Ossobuco alla milanese della siciliana

Perché io alle tradizioni, si sappia, ci tengo! E se Pellegrino Artusi mi dice che l'Ossobuco alla milanese devo lasciarlo fare ai milanesi, io non posso di certo contraddirlo! Eeee, però, "siccome che sono cecata" (citazione della grandissima Marchesini che solo i miei coetanei comprenderanno... ) e soprattutto molto testarda, io l'Ossobuco alla milanese lo preparo lo stesso seguendo le Sue istruzioni (quelle dell'Artusi), scopiazzando anche questo link (QUA) ma portando un tocco e forse più d'un tocco di mio, quel tanto che personalizzandolo un pochino mi eviti la (giusta) accusa di profanazione! 
Ecco a voi il mio Ossobuco alla milanese della siciliana, e perdonatemi le licenze ma, ad onor d'agrume, l'arancia ci sta così taaanto bene!!!!





INGREDIENTI per 2 porzioni

2 fette di Ossobuco da 300 g circa ciascuna
1 cucchiaino di misto per soffritti (cipolla, sedano e carote tritati)
1 cucchiaio di estratto di pomodoro (o 2 cucchiai di salsa)
1 tazzina di vino (io rosso... ma deve essere bianco!!! scusami Miriam!!! non lo faccio più!!!)
1 noce di burro
il succo di 1 arancia
la scorza grattugiata di 1 limone biologico
farina di riso q.b.
olio evo, sale, pepe nero
brodo vegetale q.b.
prezzemolo fresco

PROCEDIMENTO

lunedì 21 gennaio 2019

ricetta Pizza sofficissima senza impasto con Farine Magiche senza glutine e lattosio

Ho comprato qualche giorno fa il Mix di farine per pane e pizza senza glutine e lattosio Farine magiche Lo Conte e finalmente l'ho provato per farci una Pizza sofficissima senza impasto (il pane un'altra volta)... devo dire che è molto buona e soprattutto super alveolata, tutta buchi e altissima (il pacchetto promette una spinta in più per via del lievito madre contenuto fra gli ingredienti ... non so se è vero ma in effetti è cresciuta moltissimo). Le istruzioni del pacchetto riportano la quantità di acqua (100%) per fare il pane in cassetta e a me è venuta la felice idea di farci una Pizza sofficissima senza impasto, anche perché avevo l'impastatrice impegnata! Per questo metodo, altrimenti noto come il No Knead, ci vuole tempo ma non necessita di alcuna particolare abilità manuale, e soprattutto si fa da solo! Inoltre è anche divertente giocare con la farina, amalgamarla senza faticare e vederla maturare e infine crescere. L'unico difetto, a mio avviso, è che questa farina, in cottura non prende colore, resta palliduccia, anche se con un forno molto caldo si risolve buona parte del problema. Provate questa Pizza sofficissima senza impasto con Farina Magiche senza glutine e lattosio, oppure, se non le avete, provatela anche con un mix unico per pane o pizza di vostra preferenza, utilizzando un alto dosaggio di idratazione (come suggerisco dopo, fra gli ingredienti).







INGREDIENTI per 6 porzioni

500 g Mix di farine per pane e pizza Farine Magiche Lo Conte* (o in alternativa, Revolution, Caputo, Vivifree Spadoni, o altra miscela di vostra preferenza che non assorba molta acqua, ma se usate: Nutrifree, Farmo e simili, MixB Schaer, aumentate l'acqua del 10% (550 g)
500 g acqua
200 g pasta madre di riso**
1 cucchiaino di sale
q.b. Olio evo (per le pieghe e la stesura)

* Ingredienti della miscela Farine Magiche senza glutine Lo Conte: amido di mais, farina di riso, fibra vegetale, fecola di patate, pasta madre di riso 5%, addensante: E464, E460, E412, zucchero, sale (Lattosio inferiore a 0,01 g/100g)

** al posto del lievito madre preparate 24 ore prima una biga sciogliendo 1 g di lievito di birra in 100 g di acqua e miscelando il tutto con 100 g di farina di riso (tutti ingredienti da aggiungere a quelli della ricetta). Fatela maturare al buio, in una stanza fresca, coperta a campana. Poi utilizzatela al posto del lievito madre, ma togliete 20 g di acqua all'impasto (quindi di acqua ne metterete 480 g).

** Se invece utilizzate il Licoli, mettetene 150 g e togliete 50 g di acqua dall'impasto (quindi ne metterete 450 g)





PROCEDIMENTO

venerdì 18 gennaio 2019

ricetta Rosette senza glutine (veloci)

GURDATE LA VIDEO RICETTA SUL MIO CANALE YOUTUBE!

Con l'impasto dei panini veloci (cliccate QUA per vederli) mi sa che devo sperimentare un bel po' di roba! Intanto ieri ho provato a farci le Rosette senza glutine (veloci) e, senza parole, la mia idea si è trasformata in realtà! Queste Rosette senza glutine sono venute stupende!!!! E si fanno in meno di 3 ore ben 10 ROSETTE SENZA GLUTINE QUASI SOFFIATE e soprattutto LEGGGGERISSSSIMEEEEE!!! Resto sempre molto affezionata alla mia prima ricetta delle rosette soffiate (la trovate QUA se siete interessati), quella tradizionale e a lenta lievitazione, ma devo dire che queste non hanno nulla da invidiargli! 



Rosetta, la soffiata perfetta! La pallina era di 90 g (un po' più piccola delle altre) 


INGREDIENTI per 10 Rosette senza glutine (veloci)

250 g mix per pane Nutrifree
200 g mix per pane Farmo Fibrepan (o Lidl, o Farmo low protein per gli intolleranti al lattosio, o Royalfibre della Royaline)*
50 g farine naturali a vostra scelta (io riso integrale e quinoa)
400 g acqua tiepida (30°C)
1 cucchiaino colmo di miele (io di acacia)
15 g lievito di birra fresco**
8 g sale
3 cucchiaio olio di semi (io di girasole)

* Potete anche usare la MixB della Schaer al posto della Farmo, ma dovrete aggiungere 20 g di acqua all'impasto

** se volete ridurre il lievito, allungate i tempi di lievitazione

TEMPI
2 ore e 40 minuti circa + 30 minuti cottura

GUARDATE LA VIDEO RICETTA SUL MIO CANALE YOUTUBE!



PROCEDIMENTO

domenica 13 gennaio 2019

ricetta Impasto milleusi senza glutine (pizzette, panzerotti, bomboloni, rollò, focaccine...)

Per realizzare con un unico impasto pizzette, panzerotti, bomboloni, rollò e focaccine, ma anche pizze, focacce e panini, basta un IMPASTO MILLEUSI senza glutine, soffice e veloce, meglio se senza uova né burro, più leggero e digeribile. Potete scegliere se realizzare questo Impasto milleusi senza glutine in tre modi: veloce, con un po' di lievito di birra, oppure lenta (ovviamente avendo tempo si raccomanda sempre questa opzione, ma non sempre si può programmare tutto), con pasta madre, per chi ce l'ha, oppure con una bella biga di lievito di birra. Io le ho fatte tutte e sono contentissima di tutti i risultati, questo Impasto milleusi senza glutine mi ha risolto molte cene e merende, anche dell'ultimo minuto! 
AGGIORNAMENTO: esiste una versione nuova di questo impasto, leggermente modificata soprattutto nel procedimento, è questa QUA, e i bomboloni mi sono venuti molto meglio... fra poco aggiorno il post, intanto potete farle entrambe.




INGREDIENTI (per circa 16 pezzi circa)

250 g di mix senza glutine Caputo (o Revolution, ma in tal caso diminuite l'acqua a 370 g))
250 g di mix senza glutine MixB Schaer (o Farmo Fibrepan)
20 g fiocchi di patate (quelli per fare il purè)*
400 g acqua tiepida (30°C)
50 g yogurt intero naturale
1 cucchiaino colmo di miele di acacia
1 cucchiaino di sale (8 g)
3 cucchiai olio semi (30 g)

LIEVITO:

PER IMPASTO VELOCE DIRETTO con lievito di birra:
- 16 g lievito di birra fresco
PER IMPASTO INDIRETTO con biga di lievito di birra:
- 3 g lievito di birra fresco 
- 100 g farina di riso
- 100 g acqua
Preparate una Biga 24 ore prima (in inverno) o 16-18 ore prima (in estate avanzata) sciogliendo 1 g lievito di birra fresco con l'acqua e aggiungere la farina di riso. Fatela maturare coperta a campana e al buio, in una stanza molto fresca (18-20°C l'ideale, ma in estate scegliete comunque la stanza più fresca di casa) per le ore indicate, poi utilizzatela tutta per l'impasto, aggiungendo all'impasto, all'inizio, i 2 g di lievito di birra avanzati.
PER IMPASTO CON LIEVITO MADRE:
- 200 g di lievito madre 
- 2 g di lievito di birra fresco

* Chi non ha i fiocchi di patate puo' aggiungere 1 patata media bollita e schiacciata, in tal caso non deve mettere lo yogurt nell’impasto

TEMPI:

2 ore + cottura per l'Impasto diretto con lievito di birra
5 ore circa + cottura per le altre versioni (Biga o lievito madre)





PROCEDIMENTO

venerdì 11 gennaio 2019

ricetta Panini senza glutine veloci in 2 ore

DA OGGI ANCHE SU YOUTUBE!!!
Stupefatta e soddisfattissima di questa ricetta dei Panini senza glutine veloci in 2 ore! Li facevo anni fa ma al saraceno e con altre farine, oggi ho semplicemente ripreso e limato la mia vecchia ricetta et voilà! Questi Panini senza glutine veloci in sole 2 ore mi hanno ammaliato, tanto che visto il freddo che fa mi sa che per il momento il mio lievito madre lo lascio in frigorifero! Allora, ricapitoliamo: se ti accorgi all'improvviso che la tua scorta di pane sta esaurendosi, se hai bisogno di pane fresco e non hai avuto il tempo di pensarci in anticipo, se vuoi fare una sorpresa a qualcuno all'ultimo momento... ecco la ricetta che fa per te ;) Panini senza glutine veloci in 2 ore! Morbidissimi e croccanti, alveolatissimi e leggeri come piume, si conservano benissimo in un sacchetto di carta per pane per un giorno intero (24 ore!) Provateli e fatemi sapere! Io mi sa che vado a re impastare!






INGREDIENTI per 8 panini in 2 ore

250 g mix per pane Nutrifree
200 g mix per pane Farmo Fibrepan (o Lidl, o Farmo low protein per gli intolleranti al lattosio, o Royalfibre della Royaline)
50 g farine naturali a vostra scelta (io riso integrale e quinoa)
400 g acqua tiepida (30°C)
1 cucchiaino colmo di miele di acacia
18 g lievito di birra fresco*
8 g sale
3 cucchiaio olio 

* se volete ridurre il lievito, allungate i tempi di lievitazione. Ad esempio, con 8 g di lievito, sempre in inverno, da me ci vogliono circa 3 ore e 20 di lievitazione

TEMPI

2 ore (inverno, 20°C in casa; in case più calde ridurre i tempi di attesa o il lievito; in estate ci vorrà molto meno tempo o meno lievito!) + 35 minuti di cottura




PROCEDIMENTO

mercoledì 9 gennaio 2019

ricetta Pollo all'arancia

La storiella della ricetta del Pollo all'arancia vi farà sorridere! In effetti è anche abbastanza logico che io utilizzi le arance in cucina, dato che la mia casa è circondata da alberi di agrumi! Ma il Pollo all'arancia non l'ho preparato per smaltire le arance, semmai per far fuori le cosce di pollo afferrate al supermercato durante un mio impeto di antica passione, purtroppo del tutto personale e non condivisa in famiglia ... Adoro il pollo ... ma mio marito NO! Peggio, lui in verità lo odia! E non me l'aveva detto! Mi ha preso letteralmente in giro, perché quando ci siamo conosciuti nel suo freezer notai una confezione di ben 12 cosce di pollo ... non vi nego che ne fui felice e alla mia battuta "Ti piace assai il pollo, non è vero?!" lui sorrise e calò la testa... e la cosa ebbe su di me un influsso estremamente positivo! (ma come si fa a farsi condizionare da simili stupidaggini, direte voi! Ebbene, per me la cucina è sacra e conoscere i gusti di una persona mi illumina sulla nostra futura reciproca compatibilità!). Seppi, ma troppo tardi, che quello suo era stato un incauto acquisto (disse, poi, d'essere stato attirato dall'offerta... ma io non ci ho mai creduto, non è da lui. Chissà chi gliel'aveva fatte acquistare quelle coscette!!! Grrrrr!!! Scatti di gelosia retrodatata! :)))) Sta di fatto che, a distanza di anni - tanti anni ahimè! - per fargli mangiare un po' di pollo devo  inventarmi condimenti talmente sfiziosi e saporiti da non fargli sentire quello che lui chiama il tanfo da pollaio! Ecco quindi come son venute al mondo queste meravigliose cosce di Pollo all'arancia! Tanto buone da fargli fare scarpetta e leccarsi i baffi, che non ha! Da rifare, mi ha pure detto! Evvai! Non sa il rischio che corre! 



INGREDIENTI per 2 porzioni

4 cosce (o fusi) di pollo 
1 cipollotto scalogno (o 1/2 porro)
1 tazzina da caffè di vino rosso
2 arance (io siciliane e biologiche)
aromi secchi misti per carne/pollo
125 ml di crema vegetale (io crema di riso, oppure panna vegetale)
1 cucchiaino di salsa di senape
q.b. semini e polvere di cumino 
q.b. pepe nero e/o peperoncino piccante
q.b. olio evo
q.b. sale

PROCEDIMENTO

martedì 8 gennaio 2019

ricetta Little Roll Biscuits senza glutine

Deliziosi questi Little roll Biscuits senza glutine! Inglesismo è raro nella mia rubrica ma talvolta è indispensabile per l'estrema sintesi comunicativa di cui è capace! Sono semplicissimi biscottini di fragrante pasta frolla arrotolata, farciti di marmellata del vostro gusto preferito! I Little Roll Biscuits senza glutine sono facili da preparare, belli da vedere e buonissimi! Io li faccio spesso con i ritagli della mia pasta frolla con farine naturali, sana e genuina! Provate anche voi questi Little Roll Biscuits senza glutine, i biscotti di una volta, imperfetti ma bellissimi, senza stampo! 





INGREDIENTI

1 dose di Pasta Frolla senza glutine con farine naturali (che trovate scritta QUA) nel cui impasto, assieme alle farine, dovrete aggiungere 1/2 bustina (8 g) di lievito per dolci (serve per ottenere una frolla più friabile)
1 barattolo di marmellata del vostro gusto preferito

PROCEDIMENTO

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa

Cerca nel blog

oppure... cerca per ingrediente

acciughe (17) aceto (7) agrodolce (1) albicocche (4) albumi (3) alici (4) alloro (1) anguria (4) anice (1) arance (28) arancia (7) asparagi (12) Astice (1) baccalà (5) bacon (2) banane (1) basilico (24) besciamella (7) bietola (5) bignè (7) birra (1) borragine (3) bottarga di tonno (8) brandy (2) branzino (1) Brie (1) brioscine (brioche) (2) broccoletti (6) bucatini (6) burro (43) cacao (6) caccavelle (2) caciocavallo (3) caffè (3) calamarata (5) canditi (1) cannella (14) cannelloni (1) capesante (3) capicollo (1) capone (13) capperi (36) carciofi (31) cardamomo (3) cardella (1) carne di manzo (7) carote (18) cavoletti di Bruxelles (1) cavolfiore (9) cavolicelli (4) cavolo (1) ceci (5) chiodi di garofano (3) cicliegie (1) cicoria (3) ciliegie (2) ciliegini (20) cime di rapa (10) cinghiale (1) cioccolato bianco (16) cioccolato fondente (34) cipolle (33) cipollotto scalogno (47) cocco rapè (5) colla di pesce (1) coriandolo (3) couscous (4) crema di aceto balsamico (4) crema di riso (5) crostata (19) crusca (1) cumino (29) curcuma (18) curry (11) elicriso (17) erba cipollina (7) fagioli (2) fagioli bianchi (1) fagiolini (4) fave (16) fichi (3) finocchietto selvatico (25) fiori di zucca (3) Fontina (2) formaggio (12) formaggio spalmabile (2) fragole (5) fragoline (9) fragoloni (3) friarelli (1) frutti di bosco (1) funghi (9) Gallinella (1) gamberi (9) gamberoni (7) ganache al cioccolato (3) garam masala (2) gelato (4) gelsi (1) gelsomino (3) ginger (13) gnocchi (9) gomma di guar (4) Grand Marnier (2) grano saraceno (14) insalata russa (1) Konjac (1) lamponi (1) lardo (6) lasagne (3) lasagne DS Schaer (2) lasagne senza glutine le Veneziane (2) latte (26) latte di riso (1) latte in polvere (4) latticello (1) lenticchie (7) lievito di birra (2) limone (41) loto (3) maiale (13) maionese (3) mais (1) mandarancio (1) mandarino (10) mandorle (72) marmellata di albicocche (1) marmellata di arance (12) marmellata di fichi (3) marmellata di frutta pantesca (1) marmellata di frutti di bosco (1) marmellata di mele (1) marmellata di pesche (3) Marsala (2) mascarpone (1) melanzane (52) mele (12) mele cotogne (1) melograno (1) melone (1) menta (54) miele (24) minestrone (1) mirtilli neri (1) mirtilli rossi (3) misticanza (1) Mix per pane e pizza senza glutine Auchan (48) more (1) Moscato (3) mousse (2) mozzarella (2) Mupa (2) neonata (1) neonata di pesce (1) nocciole (3) noci (11) nutella (5) olio di riso (4) olio di semi (3) olive nere (10) olive verdi (2) origano (4) paccheri (3) pan di spagna (2) pancetta (23) pane (111) pangrattato (83) panna (19) panna per cucina (5) panna per dolci (14) Pannafix (1) papavero (1) parmigiano (23) pasta brisé (20) pasta fresca (15) pasta frolla (19) pasta matta (11) pasta senza glutine Bi Alimenta (1) pasta sfoglia (4) pastella (1) patate (44) patate al forno (3) pecorino (10) pennette rigate (1) peperoni (29) pere (8) pesca (1) pesce azzurro (2) pesce spatola (1) pescespada (16) pescespada affumicato (1) pesche (14) pesto verde (5) pic pac (4) pinoli (19) pisellini (11) pistacchio (24) polenta (4) pollo (4) polpette (1) polpo (1) pomodoro (42) porro (13) Primosale (5) prosciutto cotto (1) provola dolce (4) prugne secche (1) Quinoa (2) radicchio (7) ragù alla bolognese (4) ragù bianco (4) ragù vegetariano (1) rana pescatrice (6) rapa rossa (1) ribes (1) ricciola (1) ricotta (78) ricotta salata (2) riso (27) riso basmati (4) rosmarino (5) rughetta (6) rum (18) salmone (1) salmone affumicato (16) salmone fresco (3) salsa cocktail (2) salsa di pomodoro (10) salsa di soia (15) salsiccia (22) salvia (23) sambuco (2) santoreggia (2) sarde (9) sciroppo di glucosio (1) sedano (6) semi di papavero (10) semi di senape nera (5) semi di zucca (1) senape (8) seppia (6) sesamo (12) sorgo (2) spaghetti (20) sparacelli (2) speck (5) spigola (1) strutto (3) susine (2) tabasco (11) taccole (3) tagliatelle (4) tenerumi (15) timo (2) tonno (11) tonno in scatola (2) torrone (1) tortellini (1) totani (2) triglie (4) tuma (14) uova (105) uovo (2) uva bianca (1) uva passa e pinoli (31) uva sultanina (12) uva zibibbo (5) verdura (5) vermicelli di riso (1) verza (11) vino bianco (21) vino rosso (3) vitello (4) vongole (4) Worcestershire sauce (2) Würstel (1) xantano (4) yogurt (10) zafferano (9) zenzero (3) zucca (4) zucca rossa (14) zuccata (2) zucchero di canna (6) zucchina (1) zucchine (2) zucchine genovesi (50) zucchini tondi Chiaro di Nizza (2)

la Rosticceria palermitana