Cerca nel blog

domenica 18 giugno 2017

ricetta Rotolone di Pizza senza glutine

Il Rotolone di Pizza senza glutine è qualcosa che piace a tutti! E' bello da vedere e libidinoso da mangiare, si può preparare in anticipo e poi scaldare e servire al momento, da un tocco di allegria e di novità ad una cena con gli amici, se avanza l'indomani si può portare in spiaggia o ad una gita! Insomma, è proprio una bella invenzione! Nooo, non l'ho mica inventato io, io l'ho solo fatto senza glutine con un impasto arricchito di farine naturali e lievito madre liquido, molto leggero e gustoso e ricco di fibre. Potete anche farlo col lievito di birra normale, fresco, troverete le indicazioni! 

il Rotolone di Pizza senza glutine

il Rotolone di Pizza senza glutine


Ingredienti per 6-8 porzioni

200 g mix per pane senza glutine Auchan (o Nutrifree)
120 g mix per pane senza glutine Farmo Fibrepan (o Royalfibre Royaline o Farmo Low Protein)
100 g MixIt Schaer (o Pedon per pane)
40 g farina di riso
40 g farina di miglio bruno integrale (o altra farina naturale di vostra scelta: Saraceno, Teff, sorgo, Quinoa, riso integrale o normale,  amaranto, ecc)
2 g di farina (ovvero Gomma) di Guar 
380 g acqua 
1 cucchiaino di miele o zucchero integrale
10 g sale
2 cucchiai olio evo

Come lievito:

100 g Licoli senza glutine

Oppure in alternativa (per chi vuole usare il lievito di birra):

100 g di prefermento di lievito di birra * 

* (il prefermento si prepara con : 1 g lievito di birra fresco + 37 g farina di riso + 63 g acqua. Sciogliere il lievito dentro una ciotola con l’acqua, unire la farina e amalgamare, poi coprire con piattino e lasciare fermentare a temperatura ambiente, circa 22-24 gradi, sino a quando non raddoppia di volume e si riempie di bollicine, mostrando una leggera convessità al centro. A quel punto il Prefermento è prontissimo per essere utilizzato. Dovrebbero volerci 8 ore circa, ma dipende dalla temperatura ambiente. Preparatelo la sera prima di andare a letto e lasciatelo nella stanza più fresca della casa. Se non riuscite ad organizzarvi bene e vi ritrovate un Prefermento maturo prima del necessario, mettetelo nel frigorifero e poi utilizzatelo al bisogno, ma entro 24 ore).

Ingredienti farcitura

3 zucchine genovesi, tagliate a fettine di 1/2 cm max e arrostite con olio evo, poi salate.
1 scatola di polpa fine di pomodori pelati, condita con olio evo, sale, peperoncino o pepe e origano.
circa 150 g di pancetta affumicata tagliata sottile.
circa 250 g di provola dolce o Tuma o altro formaggio filante (no mozzarella troppo acquosa).
formaggio grattugiato se vi piace (io non l'ho messo)



il Rotolone di Pizza senza glutine
Procedimento

venerdì 16 giugno 2017

ricetta Totani ripieni di Zucchine e Ceci

Giugno, stagione di zucchine genovesi... chi mi segue, sa! Sa quante ne sto raccogliendo dal mio orto e di tutte le misure, e quanto mi stia sforzando di cuocerle in modi differenti, per non ripetere sempre le solite zuppe! Se cercate nel Blog alla voce "zucchine genovesi" troverete molte idee interessanti per utilizzare questo straordinario frutto della natura! Oggi vi propongo un secondo piatto, per me nuovissimo: i "Totani ripieni di Zucchine e Ceci", gustosi e delicati, dalla farcitura morbidissima e leggera, a base di tantissima polpa di zucchine, ceci e aromi freschi di stagione. Provateli, sono buonissimi! 




Ingredienti per 2 persone

2 Totani di media dimensione
2 zucchine genovesi
2 cucchiai di Ceci precotti
pangrattato q.b.
12 fili di erba cipollina
20 foglie di menta fresca
6 foglie di basilico
2 cucchiai misti di passolini (uvetta passa) e pinoli 
1/2 cucchiaino di Curry
peperoncino e/o pepe nero
olio evo q.b.


Procedimento

martedì 13 giugno 2017

ricetta Tabulè Salmone e Gamberi

Ciao, oggi vi propongo un piatto leggerissimo e estivo, una soluzione ideale per le cene fra amici, da preparare con largo anticipo e servire freddo: il Tabulè (o Tabbouleh) con verdure, ma proprio tante, e una nota di mare che rende giustizia a questo piatto Mediterraneo nell'animo! Spezie poche, aromi freschi ASSAI! Il Tabulè Salmone e Gamberi che vi propongo oggi è stato preparato con un couscous di mais e riso (trovato in un negozio di alimentari bio, marca 'più bene') che è molto simile come granulometria al Bulgur, il grano spezzato con cui si prepara il classico Tabulè. Altra caratteristica di questo mio Tabulè Salmone e Gamberi è la cottura. Il mio infatti è un metodo di cottura alternativo, in realtà non cuoceremo il couscous (che è sempre quello precotto che si trova in commercio) ma gli faremo assorbire lentamente e a freddo, con riposi di un'ora nel frigorifero, tutti i liquidi delle verdurine e i nostri condimenti. Verrà un Tabulè molto saporito e ben sciolto, sgranato e consistente. L'altra sera l'ho preparato per una festa a casa di mio fratello, una festa da ballo, appena arrivata l'ho appoggiato sul tavolo assieme alle altre pietanze già presenti... poi mi sono allontanata in sordina, non volevo che si sentissero obbligati a farmi complimenti ... ma durante la serata mi hanno cercato tutti apposta, per chiedermi com'era fatto e per dirmi che così buono non l'avevano mangiato mai! E nessuno ha capito che non era di grano! Che soddisfazione!!! E dire che era la prima volta che lo facevo... ci sono stata attenta, l'ho condito con attenzione e tantissimo amore, così come si deve fare in cucina... ma oggi devo ringraziare una persona speciale: mia sorella, Sandra, lei mi ha dato le dritte su come cuocere a freddo e lentamente il couscous per fare il Tabulè, è una sua specialità, per questo mi sentivo sicura del risultato! Grazie sorellina!!!




Ingredienti per 12-15 porzioni

700 g di coucous precotto (io di mais e riso biologici marca 'più bene')
4 peperoni (2 rossi e 2 gialli)
2 grosse zucchine genovesi (oppure 4 normali)
1 melanzana lunga
3 carote
1 scatola di ceci precotti (da 250 g circa)
110 g circa di uvetta sultanina
250 g di pomodorini ciliegini
500 g di gamberetti freschissimi (peso già sgusciati, circa 1 kg interi)
2 scatole di Tonno al naturale (da 125 g)
300 g di Salmone affumicato

Aromi & condimenti:

Erba cipollina abbondante (anche per decorare)
Menta fresca abbondante (anche per decorare)
3 cucchiai di pesto Vegano (senza formaggio, con mandorle e pinoli)*
1 cucchiaini di Ras El Hanout (miscela di spezie nord africane) o di Curry 
1 pentolino di brodo vegetale senza glutammato
Peperoncino
Pepe nero
Timo fresco qualche rametto
Alloro 1 foglia
Olio evo q.b.
3 limoni (il succo)

* per il pesto vegano: 
frullate una bella manciata di foglie di basilico abbondanti con un po' d'erba cipollina, assieme ad una ventina di mandorle pelate, un po' di pinoli e 1 pomodoro secco tagliuzzato. Ammorbidite con olio evo, salate e pepate a piacere. Conservate in frigo coperto da un filo dolio sino al consumo. Ottimo per qualsiasi primo piatto.





PROCEDIMENTO

venerdì 9 giugno 2017

ricetta Zucchine a Scapece

Ricetta facile e della tradizione, questa delle Zucchine a Scapece! La trascrivo più che altro per chi come me si scorda sempre come si fanno le cose, soprattutto le più semplici come queste, che poi sono anche le migliori!!!


Non c'è bisogno di dosi precise, regolatevi in base alle zucchine che vi trovate nel frigorifero. Le mie erano circa 4 belle grandi!

Ingredienti per 4 zucchine a scapece

4 Zucchine genovesi
q.b. Olio evo (per cottura e per condimento finale)
2 spicchi d'Aglio
100 ml circa di Aceto di vino bianco
q.b. sale
abbondante menta fresca
q.b. pepe o peperoncino piccante
1 pizzico di Zucchero di canna integrale (anche facoltativo)

Procedimento

martedì 6 giugno 2017

ricetta Brioscine palermitane senza glutine (prove 5, 6 e 7)

Questo post segue le mie numerose precedenti prove per la ricerca della ricetta perfetta della Brioscina palermitana senza glutine!!! Trovate le altre prove (la 1, 2 e 3) QUA e (la 4) QUA ma ovviamente, essendo questa la mia ultima versione, non posso che consigliarvi di provare questa per prima, che a mio avviso è la migliore. Molto soffice e spugnosa, ben lievitata. E' la versione più bianca, simile a quella palermitana che gialla non è e non deve essere, perché ho usato una sola farina (mix industriale) a base di amido di frumento deglutinato e di mais. 
Sono giunta a questa scelta dopo aver tentato diverse combinazioni e con la consapevolezza che a Palermo sia le Brioscine che altri prodotti da forno tipo il Semprefresco, un panino simile come consistenza alla brioscina, sono fatti con sola Farina 00 e strutto. Quindi una farina raffinatissima e ricca di amidi. Pertanto la scelta della Royaline (o Farmo Fibrepan) è stata un naturale approdo, che da tempo avevo intuito ma che per ragioni glicemiche avevo evitato. Ma in fondo, riflettendoci, la Brioscina si mangia una volta ogni tanto, non ogni giorno come il pane! Tanto vale mangiarla buona così come deve essere!!! E questa è molto buona. 
Ma non credete, la ricerca continua, io nel frattempo farò altre prove perché ancora si può migliorare!

PROVA N° 7 ultimissima!!!
BRIOSCINE PALERMITANE CON PREFERMENTO
con farina unica e strutto


brioscine con licoli



e le brioscine con ldb


le brioscine, a destra con ldb e a sinistra con Licoli
interno della brioscina prova lievito di birra

interno della brioscine, prova con  licoli



INGREDIENTI PER 5-6 BRIOSCINE PALERMITANE SENZA GLUTINE 

100 g Farmo Fibrepan (o anche Royalfibre Royaline)
200 g RoyalFibre Royaline*
1 pizzico di vanillina (circa 1/3 di bustina, anche meno) più qualche goccia di aroma panettone o arancia o le scorze di mezza arancia biologica 
50 g panna fresca (quella con indicato in busta: 35 g di grassi ogni 100 g di panna)
30 g zucchero
4,5 g sale
26 g strutto (se proprio non l'avete, provate con 26 g di olio di semi di girasole. Non usate il burro, perchè cambia la grammatura e la quantità di acqua, dovrò provarlo io prima di sapervelo indicare bene)
150 g latte intero
8 g miele
aromi: 1 pizzico di vanillina e qualche goccia di aroma panettone (se senza glutine) oppure se si vuole anche scorzette di arancia biologica
85 g acqua 
17 g Licoli (senza glutine) oppure 1 g di Lievito di birra fresco

* Farine quasi identiche tra loro, che volendo possono essere usate anche da sole (o l'una o l'altra). Io ho provato anche con la sola Royaline, che rispetto alla Farmo non ha retrogusti nè odori e a mio avviso rende meglio (parere personale). Per chi non sopporta l'odore della Farmo è ideale. Allo stato, questi due mix non sono sostituibili con altre farine, se non con la Lidl che però non ha il frumento deglutinato e non rende altrettanto bene, quindi non la consiglio oggi. Se volete fare le mie brioscine, ma non possedete queste du particolari farine, leggete in basso al post e troverete altre mie versioni, precedenti, con risultati comunque molto buoni ottenuti con farine differenti. 

cliccate sulla foto per vederle in diretta sul video:




PROCEDIMENTO

PREFERMENTO ore 10:00 del giorno precedente

lunedì 5 giugno 2017

ricetta Pagnotte in pentola al Saraceno, senza glutine

Ciao, ecco una nuova ricetta per un pane strepitoso, bello da vedere, buonissimo, soffice e  ricco di fibre naturali per la presenza, accanto ai mix, di una buona percentuale di farine naturali (oltre il 20% complessivo). La cottura in pentola in effetti lo rende ancora più alveolato e leggero e con una crosta fantastica. Sembra cotto in forno a legna. Ma l'impasto è versatile e si può cuocere tranquillamente anche in maniera tradizionale. 







INGREDIENTI PER DUE PAGNOTTE IN PENTOLA AL SARACENO
(strumenti necessari: pentole in terracotta o in pirex da forno con coperchio del volume interno di litri 2) 

150 g Licoli senza glutine
200 g mix per pane e focacce senza glutine Farmo Fibrepan
100 g mix universale senza glutine Mixit Schaer
130 g mix per pane senza glutine Auchan (o Nutrifree) 
70 g farina di grano saraceno 
10 g farina di lupino (o ancora saraceno, in alternativa)
1 g gomma di guar
80 (60) g latte intero
2 cucchiai di olio evo
10 g sale
280 g acqua
1 cucchiaino di miele o zucchero di canna integrale

VERSIONE CON LIEVITO DI BIRRA (solo 1 g di quello fresco)

preparate una biga di 18-24 ore massimo a 22°C con 1 g di lievito di birra fresco, 100 g delle farine indicate e 100 g di acqua, prelevando questi ingredienti dal totale
Agli ingredienti indicati in ricetta dovrete aggiungere: 55 g di farina di riso, 1 g di guar e 90 g di acqua (corrispondenti al peso del Licoli). Quindi ricapitolando, per chi usa il lievito di birra, gli ingredienti totali sono: 

INGREDIENTI PER VERSIONE CON BIGA E LIEVITO DI BIRRA:

1 g lievito di birra fresco
200 g Farmo Fibrepan
100 g MixIt Schaer
130 g Auchan-Nutrifree
70 g farina di saraceno
10 g farina di lupino (o ancora saraceno)
50 g farina di riso
2 g gomma o farina di guar
80 g latte intero
2 cucchiai olio evo
10 g sale
370 g acqua (complessivi, biga compresa) 
1 cucchiaino di miele. 

Considerare poi la biga matura (dopo 18 ora a 24-25°C massimo) come se fosse il Licoli e procedere esattamente come da ricetta, tenendo conto però che in genere con il lievito di birra i tempi di lievitazione "sono" più rapidi. Fate dunque riferimento ai volumi e alle foto. 




VERSIONE AI 5 CEREALI E SEMI MISTI

Pagnotta in pentola ai 5 cereali e semi misti
Al posto dei 70 g di saraceno indicati negli ingredienti, miscelare, in parti uguali: Miglio bruno integrale, Quinoa, Saraceno, Sorgo e a questi aggiungere i 10 g di Lupino già previsti in ricetta. In tutto metterete 80 g di farine naturali, che potete anche variare con quelle che avete in dispensa. 
Unire nell'impasto una manciata di semi di Chia, verso la fine, e fateli distribuire bene.
Poi, quando formate le pagnotte (vedi di seguito), ungete le ciotole dove lieviteranno e cospargetele di semi di sesamo e fiocchi di miglio, oltre che una spolveratina di farina di riso e mais.
Per il resto tutto è come da ricetta che sto per illustrarvi! Provate questa versione, è strepitosa perchè il gusto e il profumo del pane è ancora più armonioso e pieno! Nulla da invidiare al pane glutinoso!


PROCEDIMENTO

domenica 4 giugno 2017

ricetta Ruote di Zucchine gratinate

IDEA PER UN ANTIPASTO, UN APERITIVO O UN SECONDO ORIGINALE!!!

Capita, soprattutto se avete un vostro orticello, che qualche zucchina sfugga al controllo e cresca a dismisura. La prima volta che mi è successo sono diventate grandi quanto dei bambini appena nati (magari prematuri!) e mi sono preoccupata un bel po'! Ma la necessità aguzza l'ingegno e ho subito trovato il modo di utilizzarle per piatti speciali e divertenti! Le feci COSì (con le tagliatelle) e COSì (con le mafaldine) e oggi, non volendo ripetermi, le ho preparate in un modo ancora più semplice, utilizzando per ripieno il loro stesso interno! La cucina del reciclo! Se hai un orto, o un frigorifero pieno di verdure di stagione, mi capirai!!! Allora, le cose sono veramente semplici, seguitemi!!! P.S. Ormai io lo faccio apposta a dimenticarmi di raccoglierle!!! Mi piacciono molto cotte così!!!







INGREDIENTI

2 grosse zucchine genovesi, di quelle fuori misura!
... così

1 melanzana detta Tunisina, quella dolce (io biologica)
2 spicchi d'aglio
q.b. pangrattato (io senza glutine)
q.b. olio evo
sale
q.b. pepe o peperoncino piccante
150-200 g mozzarella ben asciutta o provoletta
q.b. parmigiano grattugiato
1 manciata (circa 60-70 g) fra passolini (una passa) e pinoli
100 g di pancetta tesa
2 cucchiai di erbe aromatiche fresche tritate miste (erba cipollina, menta, timo, basilico)



PROCEDIMENTO

giovedì 1 giugno 2017

ricetta Muffin di Zucchine e Salmone

DA SERVIRE FREDDI!!! PERFETTI PER UN PICNIC AL MARE!!!

Ricetta pratica e veloce, questa dei Muffin di Zucchine e Salmone, che si presta moltissimo per offrire un aperitivo a buffet o per uno spuntino fuori casa, magari durante una gita al mare o in montagna! Perchè restano morbidissimi anche il giorno dopo e poi sono ancora più buoni se freddi, sia a temperatura ambiente che appena tirati fuori dal frigorifero! E' la presenza del Salmone affumicato e il forte aroma dell'erba cipollina (fondamentale, oltre al Curry) che si esaltano a vicenda e dopo un po' di riposo e raffreddamento (a temperatura ambiente o in frigo). 



Certe volte sei senza idee e confrontarti con gli altri ti aiuta molto! Per questa ricetta io devo ringraziare la mia amica Roberta Sala, la quale mi ha risolto la cena di ieri e il pranzo di oggi, cercandomi sul web l'ispirazione. Quella per i Muffin di Zucchine e Salmone, che io ho immediatamente colto al balzo, adattandola alla mia dispensa! Ciao Roberta e grazie per tutto!

INGREDIENTI E PROCEDIMENTO PER 13 MUFFIN DI ZUCCHINE E SALMONE

... SECCHI

250 g farina di riso
2,5 g gomma di Xanthano puro (senza non li ho mai fatti, "potrebbe" anche venir bene, forse meno umido e gonfio, ma come sapore identico)
sale q.b. (2-3 pizzichi, dovrete andare a sentimento assaggiando, io non l'ho pesato)
pepe/peperoncino q.b. 
noce moscata q.b.
1/2 cucchiaino di Curry 
1 bustina di lievito istantaneo per salati (senza glutine, oppure 1 bustina di cremor tartaro + 4 g di bicarbonato)

... UMIDI

100 g olio di semi di girasole
85 g panna fresca (35% grassi)
70 g acqua
la scorza grattugiata di 1/2 limone bio
12 steli di erba cipollina fresca (tagliuzzata piccola piccola)

... CONDIMENTI BASE

165 g polpa di zucchine genovesi grattugiata a julienne molto fine (peso già scolato)
115 g Salmone affumicato (da affettare finemente)

PREPARAZIONE VELOCISSIMA!

mercoledì 31 maggio 2017

ricetta Tagliata di Tonno in Salsa mediterranea ai Capperi

Se si ha la fortuna di trovare del buon Tonno, freschissimo e di certa provenienza, allora è un peccato non gustarlo al meglio delle sue qualità organolettiche e nutritive. La Tagliata di Tonno in Salsa mediterranea ai Capperi ne preserva tutte le sostanze e il sapore di mare, esaltato dalle erbe aromatiche delle isole del Mediterraneo.


Ingredienti per 2 porzioni

Per fare una vera Tagliata di Tonno in salsa mediterranea ai Capperi il Tonno deve essere (a parte fresco, questo è ovvio, anzi freschissimo) deve essere tagliato a fette molto spesse, almeno 3 cm di spessore, altrimenti non possiamo parlare di Tagliata! Volendo, potete anche considerare una fetta ogni due persone, specialmente se il menù prevede anche altre portate!

2 fette di Tonno fresco da 300-350 g ciascuna
1 cucchiaino di timo fresco
1 cucchiaio di Salsa di Soia (Tamari per i celiaci)
2 cucchiai di olio evo

per la Salsa mediterranea ai capperi

20 capperi sotto sale (da dissalare in acqua tiepida)
1 cucchiaino di timo fresco
3 foglioline di menta fresca
3-4 fili di erba cipollina
1 cucchiaio di succo d'arancia fresca (o limone, nel caso, aggiungere la punta di un cucchiaino di miele)
3 cucchiai d'olio evo
1 cucchiaio di Salsa di Soia (Tamari per i celiaci)
10 gocce di Tabasco (senza glutine per i celiaci)
pepe nero q.b.

Procedimento

1) Aromatizzare e ungere le fette di Tonno con olio, timo e Salsa di Soia, precedentemente emulsionati. Lasciare riposare per almeno mezz'ora.



2) Preparare prima la Salsa ai capperi, tritando bene con un coltello affilato senza dentelli tutti gli aromi e emulsionandoli con gli altri ingredienti della Salsa ai Capperi. Mettere da parte.

3) Cuocere per pochi minuti il Tonno, in una padella ampia e antiaderente, preferibilmente in pietra, su fiamma molto alta oppure cuocere sulla brace (deve scottarsi subito in superficie e formare una crosticina su entrambi i lati, per restare al sangue all'interno, o al massimo rosa, ma non ben cotto!). Mantenere l'interno rosa. Tagliare a fettine spesse circa 2 cm, distribuire su di esse la Salsa ai Capperi, decorare con le tre erbe della Salsa e servire subito.



Se vi è piaciuta questa ricetta seguitemi sulla mia pagina Facebook, mettendo il Mi piace o iscrivendovi riceverete le mie nuove creazioni!

Baci, Bimba Pimba


martedì 30 maggio 2017

ricetta Paella Valenciana al Tonno, Gamberi e Verdure

La Paella è un piatto della tradizione gastronomica spagnola, per lo più della regione valenciana per quanto, come sempre accade, ne esistono infinite versioni tante per quante regioni, città, paesi e persino famiglie spagnole esistono. E si, perché la Paella Valenciana nasce come piatto povero ma allegro e abbondante, una risottata fra amici con tutto quello che c'è in cucina, verdure in primis e poi carne o pesce, o anche carne e pesce, nella versione più ricca che spesso prevede anche i frutti di mare (la Paella de Marisco). Segno distintivo della ricetta pertanto non sono le verdure specifiche né il tipo di carne o pesce utilizzati (io in Spagna l'ho mangiata anche con soli fagioli e alette di pollo, e devo dirvi che non mi è piaciuta, ma in compenso l'ho poi gustata molto più ricca, e vi assicuro che non l'ho mai trovata una volta uguale all'altra, sempre completamente differenti da un paesino all'altro), perché la Paella per essere chiamata tale deve rispondere sostanzialmente a queste semplici ma essenziali caratteristiche: 
1) va cotta in una speciale padella di ferro con manici di ferro e tutti gli ingredienti vanno cotti nella stessa padella, ma non insieme, un po' alla volta e con un certo criterio (la padella si deve sporcare di tutti i condimenti e mantenerne tutto il sapore)... la padella si usa sporca di Paella!




2) l'ingrediente principale è il riso, ma non è un risotto, i chicchi sono sgranati e l'unico legante è il sapore inconfondibile della modalità di cottura su accennata...
3) va aromatizzata bene e il peperoncino e la paprika devono esserci! 
4) potete cambiare tutti gli ingredienti a vostro piacere e secondo la vostra dispensa, ma oltre al peperoncino e alla paprika, i PEPERONI non possono mancare! Deve essere abbondante e ricca di condimenti, anche se semplici! E' un piatto unico, non dimenticatelo!
Se c'è tutto questo, la festa è assicurata!!! 




Vi lascio la mia versione di Paella, oggi avevo queste verdure (Peperoni rossi, Zucchine genovesi, porri, pomodoro, pisellini e fave) e questo bellissimo pesce fresco (Tonno e Gamberoni), che voi potete anche cambiare con quello che trovate al mercato, basta che non abbia le spine (andrebbero bene anche il pesce spada, la rana pescatrice, i calamari, le seppie, e perché no anche i frutti di mare! La prossima la farò con vongole e cozze, per far felice mio marito!)


INGREDIENTI PER 4 PORZIONI abbondanti (o 6 normali)

400 g riso parboiled 
260 g pisellini finissimi
80 g fave (o fagioli ma in scatola, se preferite, se no dovrete cuocerli il giorno prima e a dir la verità sarebbe una scocciatura!!!)
2 peperoni rossi 
3 zucchine genovesi
2 piccoli porri o grossi cipollotti scalogni
8 gamberoni freschi (12, se per 6 persone)
250-300 g polpa di Tonno fresco 
vino bianco q.b.
brodo vegetale senza glutammato q.b. (preparare una pentola piena di brodo e mantenerlo sempre bollente durante tutta la preparazione)
1 spicchio d'aglio
2 cucchiaiate di polpa di pomodoro
pepe nero
erba cipollina

AROMI:

1 cucchiaino raso di cumino in polvere
1 cucchiaino raso di coriandolo in polvere
1 cucchiaino raso di paprika
1/2 cucchiaino di semini di cumino
1 o 2 peperoncini piccanti
2 bustine di zafferano




guardate la VIDEO RICETTA su Youtube, per capire meglio come cuocerla! Sentirete anche la mia voce :) che spiega un po alcuni dettagli e vedrete la Paella sobbollire sui fornelli!



PROCEDIMENTO 
tempo di preparazione totale: 2 ore circa compresa la cottura in forno

lunedì 29 maggio 2017

ricetta Ciocco Torta alle Zucchine e Mirtilli

Si capisce, dalle ultime ricette del Blog, che le mie piante di Zucchine genovesi stanno producendo a dismisura?! Ecco perché sfoglio libri e pagine web alla ricerca di idee stuzzicanti e nuove per cuocere le zucchine dell'orto, e non solo per farne pasta e timballi!!! Così ieri pomeriggio, mentre sfogliavo il libro Le migliori ricette senza glutine, di Donna Washburn e Heather Butt, ho trovato la loro "Torta con cioccolato e zucchine"... non potevo crederci, è proprio una fortuna aver comprato questo volume, una fonte inesauribile di idee creative!!! Gli ingredienti in casa li avevo tutti (il celiaco deve avere una dispensa molto variegata!) e poi non potevo che dargli ancora una volta fiducia: la Streusel Banana Coffee Cake è stata una vera rivelazione!!! 
Ancora una ricetta, dunque, questa della Ciocco Torta alle Zucchine e Mirtilli, di Donna Washburn e Heather Butt! Io ho tradotto in grammi i pesi, nel libro espressi in Tazze metriche, poi ho aggiunto i mirtilli rossi e neri, non previsti, sostituito il cioccolato bianco al posto di quello fondente e poi ho preferito lo zucchero integrale a quello raffinato. Per il resto la ricetta è tal quale alla loro ed è veramente una ricetta americana: facilissima e veloce e poi ... ragazzi! E' straordinariamente e incredibilmente buona!!! Quando la tirerete fuori dal forno non vi sembrerà riuscita, penserete che io ho torto e che la torta ha un brutto aspetto!!! E invece... fate tutto come descritto, capovolgetela e decoratela ... e poi fatemi sapere!!! Mio marito, diffidente in materia di dolci, è letteralmente impazzito per lei! Questa Ciocco Torta alle Zucchine e Mirtilli è una droga! Si scioglie in bocca! Vi stregherà!





INGREDIENTI

secchi

95 g farina di Sorgo (o di riso finissima, o entrambi)
23 g farina di Quinoa (o di riso integrale)
14 g amido di Tapioca (o di mais)
4 g di Xanthano puro (non miscelato con amidi)
1 bustina di lievito in polvere per dolci
2 g di bicarbonato di sodio
2 g di sale
1 bustina di vanillina in polvere
la scorza grattugiata di un'arancia biologica
1/2 cucchiaino di zenzero (ginger) in polvere (poco meno di 1 g)
27 g di cacao amaro in polvere setacciato

umidi

1 uovo
185 g di polpa di zucchina genovese, già grattugiata con tutta la buccia (possibilmente scegliere zucchine di piccole dimensioni e biologiche, perchè hanno meno semi e meno acqua)
108 g zucchero di canna "integrale" 
47 g olio di semi di girasole
30 g succo d'arancia appena spremuto

da incorporare per ultimi

110 g di gocce di cioccolato bianco (se la preferite più amara, mettete gocce di cioccolato fondente)
3-4 cucchiai di mirtilli rossi essiccati

PER DECORARE

16 mirtilli neri freschi
16 fragoline di bosco fresche
1 cucchiaio di marmellata di frutta qualsiasi
zucchero a velo

PROCEDIMENTO
per una teglia quadrata di cm 20x20

giovedì 25 maggio 2017

ricetta Hamburger di Zucchine

Questa ricetta degli Hamburger di Zucchine ve la lascio così, molto velocemente, tanto è così semplice e poi non me la sono mica inventata io! L'ho vista sul Web, un video che girava in questi giorni, mi ha ispirato ma non ho guardato dosi e ingredienti per intero... d'altronde per questi secondi veloci e molto semplici si va d'istinto, ed ogni brava casalinga sa come farli. Io vi lascio solo l'idea, che può servirvi per ispirazione, anche a me servirà quando come mi capita spesso andrò alla ricerca di un idea per un secondo veloce. Ecco il motivo per cui è nato questo blog! Innanzitutto, come promemoria per la sottoscritta! Credetemi!!! 



INGREDIENTI PER CIRCA 7-8 HAMBURGER DI ZUCCHINE

3 zucchine genovesi
2 uova
farina di ceci, di riso e pangrattao, tutto q.b.
menta fresca
erba cipollina
parmigiano grattugiato 
sale
pepe

PROCEDIMENTO SUPERVELOCE

lunedì 22 maggio 2017

ricetta Pizza leggerissima e Vastedde di Pane senza impasto e senza glutine con Licoli

Pizza leggerissima e Vastedde di Pane senza impasto e senza glutine con prefermento di Licoli 


100% idratazione
48 ore di maturazione 

Questa ricetta nasce da una mia esperienza più volte verificata. Spesso infatti per utilizzare il Licoli in eccesso, proveniente da rinfreschi (l'esubero in realtà) ne approfitto e se ho delle verdure fresche del mio orto, decido di cuocerle in pastella. La Pastella, ovviamente, la preparo con il Licoli e la ricetta l'ho già pubblicata QUA (ricetta Pastella con Licoli). Poiché spesso me ne avanza, quella che resta la utilizzo per farci la pizza e viene sofficissima, come in questa ricetta QUA (ricetta Pizza alta e soffice con Pastella di Licoli). Ma questa volta non avevo voglia di impastare, di sporcare ancora cose, ero stanca. La Pastella l'ho riposta in frigorifero e dopo 24 ore l'ho presa e ... frizzava! Era un Prefermento fantastico che diceva "usami usami, non gettarmi come avresti fatto in altri tempi!" Allora, sempre in preda alla "lagnusia" (dolce far nulla!), ho deciso di non impastare ma di schiaffare tutto dentro una grossa ciotola: la Pastella fermentata, altra acqua e altra farina. Punto. Poi la ciotola l'ho inserita in frigo per tutta la notte e l'indomani ho fatto delle pieghe, poi ho fatto i panetti e infine la pizza e in pratica a distanza di 48 ore quella Pastella avanzata mi ha regalato una pizza che volava per quanto era bucata e leggera e delle Vastedde di Pane meravigliose! Cosa mi insegna questa esperienza? Che quando ci si lascia guidare dall'istinto, il risultato è speciale: non gettare nulla, ma trasformare! E' da tre giorni che l'Esubero del Licoli mi regala cose diverse e fantastiche, buonissime, leggere... sempre trasformandosi in qualcos'altro! Piadine, Verdurine in Pastella, Pizza leggerissima e Vastedde di Pane e tutto senza accedere l'impastatrice! Anche voi, seguite con attenzione questa mia esperienza e fatene tesoro per imparare ad utilizzare al meglio quello che già avete creato!


Pizza leggerissima senza impasto con Licoli




Vastedde senza Impasto
INGREDIENTI per 6 porzioni di pizza (una teglia di cm 32x36) + 6 Vastedde di Pane

500 g di Prefermento di Licoli (una Pastedda che mi era avanzata, fatta da: 166 g Licoli senza glutine, anche vecchi esuberi da smaltire, + 166 g acqua + 83 g farina di riso + 83 g MixIt Schaer)
600 g acqua
160 g mix per pane senza glutine MixB Schaer
160 g mix per pane senza glutine Auchan
240 g mix per pane senza glutine  Farmo Fibrepan 
160 mix universale senza glutine MixIt Schaer
2 cucchiaini di sale
3 cucchiai di olio evo






PROCEDIMENTO

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa