Cerca nel blog

giovedì 29 dicembre 2016

ricetta del Danubio salato senza glutine

Il Danubio salato è una grande Brioche a forma di fiore (la ricetta tipica è pare di origini napoletane) composta da tanti piccoli pezzi, tante brioscine, farcite al loro interno di ingredienti salati, ma anche dolci. Io ancora non mi ero mai cimentata, temevo che senza glutine si indurisse subito ... ma da tempo pensavo di provare a farlo con la mia versione della Rosticceria siciliana. Ebbene, finalmente ho avuto il tempo. Risultato "eccellente"... sono super soddisfatta di questo bel Danubio salato senza glutine!!! 




E' un impasto per brioche morbidissimo e molto gustoso, che si conserva benissimo anche il giorno seguente. L'ho fatto ieri per cena e poi, quello avanzato l'ho conservato ben avvolto e coperto con il copri-torta, quand'era ancora tiepido... oggi, a pranzo, l'ho trovato ancora super soffice e per nulla secco!!! Incredibile! In estate però, col caldo, vi suggerisco di metterlo nel frigorifero. Circa la farcitura fate voi, a vostro gusto, io oggi l'ho farcito con Wurstell grosso tagliato a pezzettoni, mentre alcune palline le ho farcite con salame e provola dolce. Era una prova, ed è venuto buonissimo!






Ingredienti per un Danubio salato senza glutine (da 13 petali)


500 g mix per pane di Olga Botta del blog Un cuore di Farina senza glutine (ovvero: 280 g di Mix per Pane Auchan + 140 g di Farmo Fibrepan + 80 g di MixIt DS Schaer)*

* l'Auchan è sostituibile con Nutrifree per pane
* la Farmo Fibrepan è sostituibile con la Farmo Low Protein, se preferite, o in alternativa un mix che contenga come farine Amido di frumento deglutinato + amido di mais, oppure ancora il mix Conad per pane, o il Koilia da 1 kg, sempre per pane, o volendo anche la Coop per pane, ma non ha il frumento deglutinato ... o il mix per pane a marca Lidl
* il MixIt è sostituibile con il mix Pedon per pane da 500g, o Biaglut per pane da 500g

100 g panna fresca per cucina (che contenga il 35% grassi)
300 g acqua tiepida (30°C)
15 g lievito di birra fresco
30 g zucchero
10 g di sale
60 g burro morbido a temperatura ambiente (nella rosticceria uso lo strutto, ma oggi col burro mi è piaciuto ancora di più)

1 uovo per la spennellatura finale
Semi di sesamo q.b.

IMPASTO

mercoledì 28 dicembre 2016

ricetta del Pane della domenica ... con Li.Co.Li. senza glutine

Per la serie 'tentativi di panificazione con Li.Co.Li. (Lievito madre in Coltura Liquida, ricetta di Olga Botta, che trovate QUA), ecco una nuova ricetta che in realtà non è altro che una traduzione approssimativa del Pane della domenica con lievito di birra (che potete trovare QUA). E' una ricetta semplicissima, si impasta e si fa lievitare nella ciotola unta con olio evo. Poi si capovolge l'impasto, ben lievitato (ci vorranno dalle 8 alle 9 ore, anche più, dipende dalla forza del lievito e dalla temperatura di casa) su un foglio di carta da forno e il gioco è fatto!






Ecco gli ingredienti per 2 pagnotte

280 g Mix per pane senza glutine Auchan (o Nutrifree)*
140 g Mix per pane e focacce senza glutine Farmo Fibrepan (è sostituibile con la Farmo Low Protein, se preferite, o in alternativa il mix Conad per pane, o il Koilia da 1 kg, sempre per pane, o volendo anche la Coop per pane, ma non ha il frumento deglutinato)*
80 g Mix per pane senza glutine MixB Schaer (sostituibile con MixIt, sempre Schaer. Il MixIt è sostituibile con il mix Pedon per pane o Biaglut per pane da 500g)*

* questo tris di miscele corrisponde al Mix Felix, di Olga Botta, da Un Cuore di Farina senza Glutine. Anche le sostituzioni sono un suo suggerimento.

400 g acqua (tiepida)
150 g Li.Co.Li. 
1 cucchiaino colmo di miele
2 cucchiai di olio evo
2 cucchiaini piccoli rasi di sale (8-10 g)

Procedimento 

lunedì 26 dicembre 2016

ricetta del Panettone gastronomico senza glutine ...ripieno di mare!

il Panettone gastronomico ... ripieno di mare!



Base per il Panettone gastronomico senza glutine




Ho seguito la ricetta di Olga Botta del Blog Un Cuore di farina senza glutine (la trovate QUA), però non avevo una delle due farine da lei indicate, la Agluten, e la ho sostituita con la DallaGiovanna per grandi lievitati. Per il resto ho fatto tutto come da ricetta, ma poiché, altra piccola variante, volevo realizzarlo in giornata, il Poolish lo ho lasciato a temperatura ambiente, a circa 22°C, (nella ricetta va messo in frigorifero per 12 ore) per 2 ore, e appena era ben maturo, come in foto (sotto, nel riquadro in alto a sinistra), ma non del tutto sviluppato, lo ho messo nel frigorifero per altre tre ore. 


Il Poolish appena fatto, riquadro in alto a sinistra
Il Poolish dopo 2 ore a temperatura ambiente (22°C), riquadro un alto a destra
Il Poolish dopo le successive 3 ore in frigorifero, riquadro in bass
o


In quel frangente ho preparato il LIEVITINO e lo ho fatto maturare per tre ore, mentre il Poolish stava in frigo. Così in 5 ore totali di pre-lievitazione avevo tutto pronto per impastare. Così facendo credo di avere accelerato i tempi, infatti il Panettone, dopo la pirlatura, si è ben sviluppato in meno di 2 ore, anziché le 5 previste in ricetta.
Ho impastato come da ricetta, poi l'ho parlato (foto sotto), lo ho coperto con un sacchetto per alimenti inserito dall'alto, a cappuccio, e lo ho inserito nel forno spento con le lucine accese. Ha superato il bordo (la cupola) in circa 2 ore (vedete foto sotto).




Infornato in modalità ventilata (anziché statico, come da ricetta, perché il mio forno non cuoce bene i grossi lievitati in quella funzione), alla stessa temperatura indicata in ricetta, perché il mio forno non scalda bene, ma se anche voi decidete di utilizzare il ventilato, diminuitela di 15 gradi. Dopo circa 30-35 minuti il mio Panettone era ben colorito e lo ho coperto con stagnola, come suggerisce Olga. Per sicurezza, dopo i 55 minuti previsti ho inserito il termometro per alimenti dentro il panettone, in fondo sino al cuore, e dopo 1 minuto circa ha rilevato 94 gradi circa interni, la giusta temperatura per capire se era cotto dentro. 

Ricapitolando, io ho proceduto così:

Gli ingredienti da me utilizzati sono:

435 g Farmo Fibrepan
135 g Mix per grandi lievitati senza glutine Dalla Giovanna (la ricetta prevede Agluten)
424 latte intero
53 g acqua
30 g zucchero
60 g burro (io Lupark, ottimo!)
1 cucchiaino di miele
15 g lievito di birra fresco

Procedimento per il Panettone, la base (da ricetta originale)

lo trovate QUA

io, in merito ai tempi, per farlo in giornata come ho fatto io, io ho proceduto così:

Ore 11:30 ho preparato il POOLISH, lo ho coperto bene e messo in ambiente a 22°C (deve diventare come in foto)
Ore 13:30 ho preparato il LIEVITINO e ho messo il Poolish in frigorifero
Ore 16:30 ho iniziato l'impasto, con il Poolish tolto dal frigo e il Lievitino maturo
Ore 17:00 ho proceduto con la pirlatura
Ore 18:45 circa ho proceduto con la cottura

Appena cotto, l'ho infilzato con due spicci lunghi di metallo e lo ho capovolto, per farlo raffreddare. Dopo circa 4-5 ore, era ben freddo, l'ho inserito dentro una busta per alimenti, la ho chiusa bene e ho surgelato il panettone (per 2 giorni circa, mi serviva per Natale e preferivo averlo già pronto). La sera prima di Natale (considerate 24 ore prima del consumo) lo ho tirato fuori dal frigo, dalla busta e lo ho scongelato per qualche ora a temperatura ambiente, su una gratella. Poi lo ho coperto e conservato in frigorifero. L'indomani mattina era ben scongelato ed è tornato bello come quando è stato sfornato (in freezer si era un po' raggrinzito, ma una volta scongelato bene non si vedevano più rughe!).

FARCITURA AL PESCE

giovedì 22 dicembre 2016

ricetta dell' Albero di Natale di Pasta Brisè senza glutine

Questa idea dell'Albero di Natale di Pasta Brisè mi è venuta sbirciando nel Web, in pratica ho letteralmente copiato da un video molto condiviso, dove però la pasta brisè utilizzata, molto probabilmente, è con glutine. Ho deciso di provarci con la mia ricetta di Brisè al burro senza glutine (la prossima volta proverò con quella all'Olio Evo. E' più elastica... però questa al burro è molto più gustosa!) e sono contenta del risultato. 



Ingredienti per l'Albero di Natale di Pasta Brisè (per 4 persone)

... per la crosta di brisè

1 dose di Pasta brisé al burro senza glutine (cliccate QUA per la ricetta)... volendo, esiste quella Buitoni già pronta!!! oppure ancora, potete farla all'olio evo (la ricetta per quella all'olio è QUA)

... per la farcitura (potete farcirla come vi pare, io ho fatto così...)

1/2 verza, io biologica, stufata con olio evo, aglio, sale, pepe 
q.b. ricotta (che sia ben asciutta, senza siero) 
100 g pancetta affumicata a cubetti 
q.b. parmigiano grattugiato (volendo anche pezzetti di formaggio filante, NO mozzarella, è troppo acquosa)
100 g lardo pancettato (a fettine sottili)

+ 1 tuorlo d'uovo e qualche goccio di latte per spennellare alla fine

Procedimento

martedì 20 dicembre 2016

menù natalizio n.8 ... "Pranzo in famiglia!"

Iniziano le feste e dobbiamo pensare al menù per pranzi e cene importanti. Avete bisogno anche voi, come me, di qualche idea per non preparare sempre le stesse cose? Date un'occhiata ai miei menù, potreste trovarvi qualcosa che fa per voi! In questi giorni mi riprometto di suggerirvi ricette e accoppiamenti, alcuni importanti e un po' più elaborati. Altri più semplici ma sempre altrettanto gustosi e belli da vedere. Perché anche l'occhio vuole la sua parte, soprattutto durante le feste natalizie!

... "Pranzo in famiglia!"

Ecco un altro menù, l'ultimo prima di Natale, poi si continua per le altre occasioni! Questa volta ho scelto delle ricette che ho servito più volte nei vari pranzi festivi, piatti semplici anche se elaborati, per non offendere la vista di nessuno!!! Ma sono tutti ben gestibili, si possono preparare con largo anticipo, organizzandosi bene. Vi aiuterò anche io con i suggerimenti! 

Eccovi quindi: un antipasto fantasioso e allegro, a base di tante varietà di pesce, tre primi piatti e tre secondi, per darvi più scelte... anche se volendo potreste farli proprio tutti!!! Stupendo e non poco i vostri ospiti!!! Per dessert, sono andata sul tradizionale: il Cannolo siciliano (le scorze esterne si preparano molti giorni prima, basta farcirli prima del consumo!) e il Panettone!!! Anche questo si può fare, ma non più di 2 giorni prima, e poi chiuderlo bene dentro una busta per alimenti! Forza, ormai dovete decidere, mancano pochissimi giorniiiiiiii

Se volete vedere i menù già pubblicati... QUA trovate TUTTI GLI ALTRI MENU' NATALIZI!



...  a voi le immagini, per le ricette basta cliccare sui link

ANTIPASTO


nel post troverete le indicazioni per preparavi le cose in anticipo



PRIMI PIATTI


questo è veramente semplice e piace moltissimo ai bambini, conditelo come preferite!




io i tortellini li ho comprati (Schaer) ma voi potete farli in casa, poi per praticità serviteli in una grande pirofila, con le foglie delle regola per decorazione e tanto parmigiano grattugiato!



preparatele il giorno prima e infornatele ad ora di pranzo!!! saranno perfette!!!


SECONDI PIATTI


Anche questa volendo si può fare il giorno prima, ma io preferisco cuocerla in giornata... potete preparavi prima tutti gli ingredienti e riporli nel frigo, così al momento della cottura farete in un minuto




questi si possono preparare anche 2 giorni prima e conservare nel frigo ben avvolti in pellicola, poi cuoceteli in giornata e mantenerli caldi, coperti! facile!!!


preparateli un giorno prima e cuoceteli al momento, coprendoli sino al consumo!


DESSERT


le scorze potete farle anche oggi! sigillate in una busta per alimenti e chiuse nel forno o in una latta si conservano a lungo! La crema di ricotta si prepara il giorno prima. I cannoli si farciscono al momento!!!



il Panettone va preparato il giorno prima, al massimo 2 giorni!!! 






Seguitemi sulla mia pagina Facebook, mettendo il Mi piace o iscrivendovi riceverete le mie nuove creazioni!


Baci, Bimba Pimba


sabato 17 dicembre 2016

menù natalizio n. 7 ... Menù allegro per Buffet


Iniziano le feste e dobbiamo pensare al menù per pranzi e cene importanti. Avete bisogno anche voi, come me, di qualche idea per non preparare sempre le stesse cose? Date un'occhiata ai miei menù, potreste trovarvi qualcosa che fa per voi! In questi giorni mi riprometto di suggerirvi ricette e accoppiamenti, alcuni importanti e un po' più elaborati. Altri più semplici ma sempre altrettanto gustosi e belli da vedere. Perché anche l'occhio vuole la sua parte, soprattutto durante le feste natalizie!

Menù allegro per Buffet ...

Ho selezionato per voi (e per me!) 12 ricette, tre per antipasto, tre per primo, secondo e dessert... allegre, belle da vedere e originali! Si prestano benissimo per una preparazione anticipata, almeno del giorno precedente, qualcuna anche prima, per poi venir cotte o solo riscaldate, ove necessario, al momento opportuno! Non è che dovete per forza farle tutte!!! Ma almeno qualcuna potrebbe fare al caso vostro! Io, che le ho fatte e mangiate, ve le consiglio tutte! Se avete consigli da chiedermi, scrivetemi sulla mia pagina Facebook, possiamo parlarne assieme!!! ... 

Se volete vedere i menù già pubblicati... QUA trovate TUTTI GLI ALTRI MENU' NATALIZI!


...  a voi le immagini, per le ricette basta cliccare sui link o sulle immagini stesse


ANTIPASTI









PRIMI PIATTI










SECONDI PIATTI










DESSERT








... domani uscirà il menù n. 8 ... una nuova avventura in cucina! Cosa vi proporrò? lo scoprirete domani!!!


Se vi è piaciuta questa ricetta seguitemi sulla mia pagina Facebook, mettendo il Mi piace o iscrivendovi riceverete le mie nuove creazioni!


Baci, Bimba Pimba


venerdì 16 dicembre 2016

menù natalizio n. 6 ... "tradizione siciliana VEGETARIANA rivisitata ... in un Cuki!"

Iniziano le feste e dobbiamo pensare al menù per pranzi e cene importanti. Avete bisogno anche voi, come me, di qualche idea per non preparare sempre le stesse cose? Date un'occhiata ai miei menù, potreste trovarvi qualcosa che fa per voi! In questi giorni mi riprometto di suggerirvi ricette e accoppiamenti, alcuni importanti e un po' più elaborati. Altri più semplici ma sempre altrettanto gustosi e belli da vedere. Perché anche l'occhio vuole la sua parte, soprattutto durante le feste natalizie!

Tradizione siciliana VEGETARIANA rivisitata ... in un Cuki!

Concludiamo la trilogia di ricette siciliane e in versione mignon (preparate in anticipo dentro piccoli contenitori mono dose, anche se oggi non useremo solo Cuki ma anche coppapasta) con un bel po' di piatti vegetariani gustosissimi e originali!!! Da domani vi darò altre idee per cene o pranzi del tutto differenti dal solito!

Se volete vedere i menù già pubblicati... QUA trovate TUTTI GLI ALTRI MENU' NATALIZI!


...  a voi le immagini, per le ricette basta cliccare sui link o sulle immagini stesse

ANTIPASTO




PRIMO PIATTO



SECONDO PIATTO E CONTORNI








DESSERT




... domani uscirà il menù n. 7 ... una nuova avventura in cucina! Cosa vi proporrò? lo scoprirete domani!!!

Se vi è piaciuta questa ricetta seguitemi sulla mia pagina Facebook, mettendo il Mi piace o iscrivendovi riceverete le mie nuove creazioni!

Baci, Bimba Pimba


mercoledì 14 dicembre 2016

menù natalizio n.5 ... "Tradizione siciliana rivisitata ... in un Cuki!"

Iniziano le feste e dobbiamo pensare al menù per pranzi e cene importanti. Avete bisogno anche voi, come me, di qualche idea per non preparare sempre le stesse cose? Date un'occhiata ai miei menù, potreste trovarvi qualcosa che fa per voi! In questi giorni mi riprometto di suggerirvi ricette e accoppiamenti, alcuni importanti e un po' più elaborati. Altri più semplici ma sempre altrettanto gustosi e belli da vedere. Perché anche l'occhio vuole la sua parte, soprattutto durante le feste natalizie!

Tradizione siciliana rivisitata ... in un Cuki!

Ancora 3 + 1 ricette per la nuova trilogia tutta dal sapore siciliano e in versione mignon!!! Continuo la mia raccolta di idee per i vostri menù festivi, questa volta con piatti della tradizione siciliana più o meno famosi, ma molto antichi e soprattutto rivisti da me in chiave simpatica e monodose! QUA trovate TUTTI GLI ALTRI MENU' NATALIZI!
La soluzione in un Cuki (gli stampi monouso in alluminio, quelli più piccoli) o simili contenitori, anche in porcellana bianca, potrebbe sembrarvi più complicata da preparare, ma al momento del servizio vi ritroverete le porzioni già fatte, tute uguali, bellissime e perfette! Ciò non toglie che la stessa ricetta si possa preparare in una teglia per più porzioni, non cambia nulla, solo la presentazione e i tempi un po' più lunghi per la cottura. A voi la scelta dunque su come presentare e soprattutto come decorare il piatto: con semplici foglioline di misticanza fresca, se si tratta del secondo piatto, così avrete messo anche il contorno, oppure fettine di agrumi, o frutta fresca a pezzetti, o prezzemolo tritato o a foglioline (soprattutto per i primi), ma anche salvia fritta, mandorle a fettine, pistacchi tritati (nel dessert, ottimi!) .... le scelte sono infinite.

...  a voi le immagini, per le ricette basta cliccare sui link o sulle immagini stesse


ANTIPASTO


PRIMO PIATTO




SECONDO




DESSERT





... domani uscirà il menù n. 6 che concluderà trilogia dal tema "Tradizione siciliana rivisitata... in un Cuki!" ... 
e poi altri menù, uno al giorno!

Se vi è piaciuta questa ricetta seguitemi sulla mia pagina Facebook, mettendo il Mi piace o iscrivendovi riceverete le mie nuove creazioni!

Baci, Bimba Pimba


ricetta delle Ciabatte senza glutine con Li.Co.Li. di Olga

Queste meravigliose Ciabatte sono il remake della mia precedente versione, con procedimento a biga e soli 2 g di lievito fresco, della ricetta a sua volta tratta da Viva La Focaccia. Oggi però le ho rifatte con il Lievito Madre liquido... e sono venute ancora più gustose, buonissime, morbidissime, senza alcun sapore di lievito, sembrano con glutine... Da poco ho intrapreso la mia nuova avventura con il Lievito Madre in coltura Liquida, seguendo la ricetta di Olga Botta del Blog Un Cuore di Farina Senza Glutine. Credo che Olga stia per risolvere definitivamente i difetti della panificazione glutenfree! E per questo le si dovrebbe fare una statua d'oro! O almeno renderle gloria, per l'avanzamento scientifico che sta portando avanti da sola e da anni ormai! 
Vi lascio le immagini, la ricetta con le dosi, ma per i passaggi e il procedimento dovete guardare QUA, nella versione a biga, perché è identico. 
Mentre, ovviamente, per produrre il vostro Li.Co.Li (Lievito madre in Coltura Liquida) dovete cliccare QUA, da Olga, e seguire i suoi consigli!
Buon lavoro e buona panificazione!!! Datemi retta, ne vale la pena e sappiate che questo Lievito madre è facilissimo da gestire! Non ha obblighi di rinfreschi a cadenze ben precise ed è adatto a persone come me, particolarmente distratte!!! e poco organizzate!!! 



Ingredienti e dosi per 6 ciabattine o 2 grosse ciabatte

280 g mix per pane Auchan (o in alternativa il Nutrifree per pane)*
120 g mix per pane Farmo FibrePan (con frumento deglutinato)*
100 g mix universale MixIt Schaer*
450 g acqua
150 g Li.Co.Li. di Olga Botta
7 g zucchero
12 g sale

* Le farine che utilizzo io sono quelle del Mix Felix, di Olga Botta, leggermente modificate. 
Inoltre, una postilla in merito alle farine, perché in tanti spesso mi chiedono come sostituirle, e questo in realtà non è un buon punto di partenza, vi spiego il motivo: cambiando le farine indicate non si può mai garantire il risultato della ricetta perché, come ormai è ben noto, le farine che utilizziamo noi celiaci, sia che siano mix preparati industrialmente oppure fatti in casa con farine naturali, hanno un assorbimento di liquidi differente e soprattutto hanno una differente reazione alla lievitazione e all'agglomeramento. Quindi, se decidete di sostituirle, non è detto che otteniate lo stesso pane. In fondo, leggendo con attenzione i consigli dello stesso Vittorio di VivaLaFocaccia, vi renderete conto che anche chi fa il pane col glutine, se utilizza una farina più o meno forte di quella indicata in ricetta (cioè più o meno ricca di glutine), ottiene risultati completamente diversi da quelli pubblicati. 
Il pane non è tutto uguale, non è la forma esterna a conferire il gusto (quella appaga la vista, ma non il palato), ma la consistenza, l'alveolatura, la fragranza. Per cui se volete lo stesso mio risultato dovrete utilizzare le stesse mie farine, oppure, in alternativa, sperimentare con le vostre. Potrebbe anche venir meglio, ma io non posso prevederlo. Dovrete riformulare i liquidi e la tempistica di lievitazione. Se siete propensi alla sperimentazione fatelo, io non posso che applaudire a chi (come me! perché sappiate che io lo faccio sempre, ma non posso prendermela con la ricetta quando fallisco) preferisce sempre provare nuove strade!!!

Procedimento

la sera prima alle ore 21:00 circa

Prima fase, il Pre-impasto

Prelevare 200 g del mix di farine, premiscelate fra loro, e amalgamarle dentro una ciotola abbastanza grande (almeno 1 l di capienza) assieme ai 150 g di Li.Co.Li. (prelevato dal frigorifero così com'è, senza rinfreschi) precedentemente sciolto con 150 g di acqua a temperatura ambiente. Coprite con pellicola, foratela qua e là, copritela con un piattino e poi con un bel panno pulito e lasciate maturare questo impasto grezzo per 12 ore, a temperatura ambiente (22°C, non oltre).
(il mio Li.Co.Li. è ancora giovane, al primo rinfresco, ma procedendo nel tempo diventerà ancora più forte e quindi le ore previste per il pre-impasto potrebbero diminuire)

L'indomani mattina, alle ore 09:00 circa

Seconda fase, l'Impasto

Prelevate il Pre-impasto maturo e gli altri ingredienti indicati sopra: i 300 g di farine rimasti, 300 g di acqua a temperatura ambiente, il sale e lo zucchero e poi procedete esattamente come descritto per la versione con la Biga (considerate come Biga il nostro pre-impasto con il Li.Co.Li. e procedete) ... non cambia nulla nelle fasi! QUA come vi dicevo trovate fotografie, video e tutte le indicazioni per fare le vostre ciabatte! Le ore di attesa, nel mio caso, non sono cambiate. L'impasto ha lievitato nel forno spento con luci accese per circa 5 ore. 

Fatemi sapere cosa ne pensate! Io sono entusiasta di questo Li.Co.Li. di Olga, credo di non poterne più fare a meno!

Date un'occhiata a queste CIABATTE SENZA GLUTINE AL TEFF INTEGRALE!!! 



Ora che il Li.Co.Li. è più maturo il risultato è ancora migliore!!! (trovate la ricetta cliccando sulla foto)

Se vi è piaciuta questa ricetta seguitemi sulla mia pagina Facebook, mettendo il Mi piace o iscrivendovi riceverete le mie nuove creazioni!

Baci, Bimba Pimba








Le farine utilizzate in questa ricetta sono:

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa