Cerca nel blog

lunedì 14 settembre 2015

Composta di pesche al limone e cannella




Ingredienti per tre vasetti da 300 g circa.
Pesche a polpa bianca (montagnole di Bivona) kg 1,35 (di sola polpa, corrisponde a circa 2 chili intere) dolci e mature (ma ancora sode, non sfatte), 250 g di zucchero di canna (è poco, perché io preferisco le marmellate poco dolci e perché le pesche che abbiamo utilizzato lo erano già abbastanza. Voi, se doveste trovarle poco zuccherine, aumentate la quantità di zucchero, ma non esagerate!), una bacca di cannella, il succo e la scorza grattugiata di due limoni biologici non maturi.



Procedimento
Tagliate le pesche, private della buccia, a dadetti piccoli e poi versatele in un tegame abbastanza ampio, assieme alla scorza grattugiata dei limoni. Accendete il fuoco (fiamma bassa) e aggiungete un poco alla volta lo zucchero, continuando a girare col cucchiaio di legno sino a che non si scioglie tutto. Unite il succo dei limoni, la cannella e cuocete, sempre a fuoco medio basso, per circa un’ora, anche più, sino al raggiungimento della consistenza desiderata. Girate spesso e controllate di continuo, altrimenti si attacca al fondo e sa di bruciato. Aiutatevi con una forchetta, se volete schiacciare qualche grosso pezzo sfuggito al controllo!
P.S.
I pezzi delle pesche fateli più o meno grossi, a seconda se si preferisce una marmellata cremosa o con pezzettini di frutta.



Una volta pronta la composta, versatela subito nei vasetti, precedentemente sterilizzati (riposti in acqua fredda – inframezzati da panni bianchi e puliti - e poi messi sul fuoco, calore medio/alto, sino al bollore. Lasciateli quindi bollire per circa 30 minuti, poi unite i coperchi, per altri 10 minuti. Infine spegnete e fate raffreddare nella stessa acqua. Se sono ancora bagnati al momento dell’uso, asciugateli con un panno pulito o, meglio, dentro il forno acceso a 50°, per qualche minuto).

Chiudete i barattoli con i tappi e capovolgeteli a testa in giù come in foto, così che si formi il sottovuoto. Fateli raffreddare in questa posizione, per tutto il tempo necessario. Quindi conservateli in luogo buio, fresco e asciutto.



Spalmata sul pane fresco, appena sfornato e fatto in casa, come quello delle foto (è senza glutine, la ricetta la trovate QUA), non ha prezzo! Credo che bisogna ritrovare il piacere di queste piccole cose, semplici ma piene! Può sembrare difficile, ma non lo è, e la soddisfazione che proverete voi e i vostri cari sarà enorme! 



Buon appetito!
Seguitemi sulla mia pagina Facebook, mettendo il Mi piace o iscrivendovi riceverete le mie nuove ricette!


LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa