Cerca nel blog

domenica 11 ottobre 2015

Torta salata di verdure alla salvia




Ingredienti per una torta di cm 26 di diametro, sei/otto porzioni

per la base:
una dose di Pasta Brisè da 250 di farina (cliccate QUA per la ricetta della Pasta Brisè senza glutine)
per il ripieno:
1 melanzana piccola, 2 zucchine genovesi (io avevo quella serpente, ma con la genovese viene più buona), 1 peperone rosso, 1/2 cipolla bionda, olio evo q.b., sale, peperoncino piccante, salvia venti foglie, 25 g di pinoli, 25 g di mandorle pelate, tre cucchiai di parmigiano grattugiato, noce moscata q.b., latte q.b. (sui 150/200 ml), fecola di patate 1 cucchiaio raso, 1 uovo. Qualche fettina di speck (100 g al massimo) o pancetta tesa (meglio) se non siete vegetariani e la volete più saporita e croccante!

Procedimento
Preparate le verdure, tagliando la melanzana, la zucchina (1) e il peperone a dadetti di cm 2, la cipolla a strisce sottili. Condite con olio evo e sale e poi cuocete al forno, a 200°, per circa 50 minuti
(controllatele e giratele di tanto in tanto. Devono diventare morbide dentro e colorire fuori. Meglio usare una teglia bassa e ampia). 
Nel frattempo frullate la restante zucchina (lavata) assieme alle mandorle, ai pinoli, alla salvia, ad un po' d'olio evo e aggiungendo un filo d'acqua se necessario. Poi versate questa crema in una padella antiaderente, aggiungete del latte e fate sobbollire. Continuate a cuocere a fiamma bassissima, salate e pepate, poi unite la fecola di patate e fate addensare, sino ad ottenere una consistenza cremosa tipo besciamella. Aggiungete la noce moscata, il parmigiano e spegnete. 



Alla fine, poco prima di versare il composto sulla torta, aggiungete l'uovo sbattuto, amalgamate e distribuitelo sulla base di brisè, che avrete uscito mezz'oretta prima dal frigorifero (per farla ammorbidire giusto un poco) e infine steso sottile col mattarello (mezzo cm al massimo) sopra un foglio di carta da forno e poi adagiato con tutta la carta dentro la teglia prescelta. Cercate di ottenere dei bordi compatti e uniformi. 

Un consiglio, se la tortiera ha le parte verticali, e non inclinate come la mia, il bordo verrà più resistente!


Io ho foderato la base di brisé con dello speck, che la mantiene più asciutta e croccante. Ci sta benissimo, la prossima volta proverò con la pancetta tesa, che è più grassa e secondo me regge meglio la cottura. I vegetariani però possono farne tranquillamente a meno!
Distribuite infine le verdurine sopra la crema alla salvia, spingendole un po' verso il basso in modo da farle parzialmente rivestire di crema. Se vi rimane pasta brisé, decorate con delle striscioline ondulate le verdure e infine spennellate tutti i bordi, e le striscioline, con un tuorlo sbattuto con un po' di latte.



Quindi infornate a 180° per circa 40 minuti, controllando che non colori troppo. In quel caso, coprite la torta con un foglio di alluminio e continuate a cuocere.
Sfornate e aspettate che intiepidisca, prima di tirarla fuori dalla teglia.  



Poi con tutta la carta da forno, prelevate la torta e appoggiatela sul piatto da portata, sfilate con delicatezza la carta da forno, anche spezzandola in più parti, e tagliate la torta a fettine.
Vi abbraccio!!!

Seguitemi sulla mia pagina Facebook, mettendo il Mi piace o iscrivendovi riceverete le mie nuove ricette!



Circa il raffreddamento, più tempo passa meglio è. Le torte salate si possono preparare anche qualche ora prima, poi si escono dalla teglia e, al momento opportuno, se sono troppo fredde - tiepide si gustano meglio - le si scaldano qualche minuto al forno, poggiate sopra una teglia dal bordo basso, magari la stessa dove verrà tagliata.

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa