Cerca nel blog

giovedì 22 ottobre 2015

Mousse di loto e limone all’uvetta

SENZA GLUTINE, SENZA LATTE, SENZA UOVA

Io adoro il loto! E' forse il frutto autunnale più buono che ci sia! E' dolcissimo! E' colorato! E' sorridente! E' un piccolo amico che sa riempirti di gioia e conforto quando più ne hai bisogno. Ne basta uno, e la vita ti sorride di nuovo! 
Però non si presta molto bene ad elaborazioni culinarie... ma io sono testarda... 
Era da parecchi giorni che guardavo il loto. L'avevo interrogato e attendevo notizie in merito alle sue potenzialità in cucina! 
Ieri sera, sul più bello, mentre stavo per metter su una parca cena, mi è arrivato un suo sms... a quel punto ho mollato tutto e tutti, sperando in lieti novelle! C'era scritto:
'Cara Bimbapimba, la vuoi finire di assillarmi con le tue domande? Io sono un frutto perfetto così come sono, preciso nell'aspetto e nella forma, come potresti mai migliorarmi? O vuoi far di me la solita marmellata? Troppo facile, e poi la marmellata non è un dessert! 
Piuttosto, invece di star a sforzare il tuo scarso genio creativo, perché non mi mangi, invece di lasciarmi ancora qua, sepolto nel tuo frigorifero accanto a quell'acido d'un limone spremuto? Da due giorni non fa che dire "io sono il migliore, io sto bene con tutto, niente e nessuno può fare a meno di me!" ... Se non mi mangi stasera, giuro che mi ci fiondo dentro e poi vediamo, se sta bene anche con me!' ...
Silenzio tombale... per cinque secondi, non di più... poi la lucina di sempre mi si è accesa! 
Il loto e il limone! Il succo del limone, tanto succo, assieme... e se lo lascio fare? Se lascio che si getti per davvero dentro la ciotola con quel meraviglioso succo dei miei adorati limoni?  
Avrà mai il coraggio di farlo? Forse - ho pensato - sarà meglio che prima gli tolga i vestiti! 
Così ho fatto. Ho preso il loto, l'ho spellato, l'ho messo a nudo e lui, senza colpo ferire, non potendosi più tirare indietro si è tuffato a bomba nel limone. E questi, senza indugio, gli ha detto sghignazzando "hai visto che sto bene anche con te?" 
Il loto è impazzito dalla rabbia, stava affogando a furia di urlargli improperi. Avrà bevuto un bel po' del succo perché all'improvviso, terrorizzato dall' acidità di quel liquido in cui praticamente stava annegando, ha chiamato tutti i soccorsi disponibili in zona. 
Vicini c'erano (in effetti li avevo avvertiti io, immaginandomi la sua reazione): lo zucchero, l'uvetta e la bacca di vaniglia. La curcuma si è unita al gruppo quando ha visto che il loto stava impallidendo un pochettino, e siccome sono dello stesso colore...! Insieme siamo riusciti a calmare gli animi e stabilire un nuovo equilibrio. 
Per creare l'amalgama, però, la comitiva aveva ancora bisogno di un ulteriore contributo: l'amido di mais. Ne è bastato pochissimo, a dire il vero, per scatenare un nuovo caloroso e indissolubile feeling! 
Non vi dico poi quando a tarda sera ci ha raggiunto il simpaticissimo cioccolato bianco! 
Il loto si è commosso! Finalmente in compagnia! Non è proprio vero che sono un asociale!!! 


e questo è solo l'inizio, immagino già crostatine al loto e morbidi pandispagna farciti ... datemi il tempo che lo faccio diventare un playfruit!!!




Mousse di loto e limone con uvetta
Mousse di loto e limone all'uvetta
Ingredienti per 6 mini mousse

200 g di loto sbucciato (circa 3 loti di media dimensione, ma molto maturi, non acerbi)
100 g di succo di limone
10 g di amido di mais
zucchero a velo q.b. (da dosare secondo la dolcezza della frutta e le esigenze del palato)
la punta di un cucchiaino di curcuma in polvere
la punta di un coltello dei semini interni di una bacca di vaniglia
2 cucchiaio di vino liquoroso tipo Moscato di Sicilia
due cucchiai di uvetta sultanina
Scaglie di cioccolato bianco (da omettere se VEGANI o intolleranti al LATTOSIO) e pochi chicchi di uvetta, per la decorazione finale

Tempo di preparazione: 10 minuti




Procedimento
Frullare la polpa di cachi (con il minipimer) e miscelarla al succo di limone, ai semi della bacca di vaniglia, alla curcuma e allo zucchero (dosarlo gradualmente, assaggiando). Poi setacciare l’amido e aggiungerlo gradualmente, utilizzando un frustino a mano.
Porre sul fuoco (a fiamma bassissima) e mescolare di continuo con un cucchiaio di legno, sino a bollore (cioè quando grosse bolle d'aria risalgono lentamente dal fondo del tegame). A questo punto aggiungere un cucchiaio di liquore e l’uvetta strizzata (precedentemente ammorbidita in acqua mista ad un cucchiaio di Moscato, per circa cinque minuti) e riportare a bollore. Attendere ancora qualche minuto (2 circa), sino al raggiungimento di una consistenza da budino caldo (cadendo dal cucchiaio deve rimanere in forma per un po’) e spegnere.



Distribuire nelle vaschette da mousse e riporre in frigorifero per almeno un paio d'ore, più sta, meglio è. Guarnire con scaglie di cioccolato bianco, che smorzeranno l'aspro del limone, e qualche acino d’uvetta. Sublime dessert al cucchiaio!
Da servire gelido, con un bicchierino di liquore. 




Un suggerimento per i bimbi: più zucchero e, se proprio non gli piace, niente uvetta, anche se ci sta così bene!!!

Seguitemi sulla mia pagina Facebook, mettendo il Mi piace o iscrivendovi riceverete le mie nuove ricette!

Baci da Bimbapimba

con questa ricetta partecipo alla Raccolta per ...
"L'orto del bimbo intollerante" del mese di Ottobre 2015




LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa